Overbooking aereo: come comportarsi in aeroporto

Arrivi in aeroporto, pronto per la vacanza, e al gate ti viene comunicato che l’aereo in overbooking. Attimi di panico, cosa bisogna fare in questo caso? Scopri come comportarti

L’overbooking è la sovraprenotazione della compagnia aerea ed è perfettamente legale. Quando sottoscrivete l’accettazione, durante l’acquisto del volo, sono previste delle clausole che l’azienda può attuare e questa è una di quelle. Non si tratta di un sistema che viene sempre effettuato, ci sono compagnie che usano questa strategia e altre che invece non lo fanno.

Overbooking
Overbooking (Adobe Stock)

Di fatto quello che accade è che vengono venduti un numero di biglietti superiori a quelli che sono i posti quindi qualcuno non può volare.

Overbooking aereo: cosa fare

Quando si presenta un caso di overbooking solitamente si viene informati direttamente in aeroporto cioè quando si arriva al gate di imbarco. Si fanno i controlli, si è pronti alla partenza e arriva la notizia. No, non è piacevole, soprattutto quando si rientra a lavoro o quando si parte per la vacanza.

Qualche compagnia avvisa già in anticipo i passeggeri di questa eventualità. Questa formula chiarisce che l’acquisto di un biglietto non garantisce l’imbarco. Per evitare problemi in generale è sempre ottimale fare subito il check in senza aspettare e soprattutto senza farlo in aeroporto. Infatti i primi ad essere scartati in caso di overbooking sono i passeggeri che non hanno fatto l’imbarco o che lo fanno direttamente in aeroporto.

Cosa accade in caso di overbooking

In caso di overbooking il passeggero non si può imbarcare ma la compagnia propone a tutti chi vuole volontariamente cedere il posto in cambio di alcuni benefici. Questi coincidono con permanenza in hotel, compensazione economica, imbarco sul primo volo disponibile. Se la distanza è inferiore ai 1500 km, quindi quando si viaggia tendenzialmente in Europa, spettano 250 euro, se è superiore spettano 400 euro o 600 euro.

Il passeggero sarà assistito in aeroporto e può quindi fare chiamate, inviare mail e avere tutto l’aiuto di cui ha bisogno. In caso di necessità si può sempre fare riferimento al sito dell’ENAC ovvero l’Ente nazionale per l’aviazione civile e il sito della Farnesina.

Cosa fare se non si vuole accettare l’overbooking

Nessun passeggero è obbligato ad accettare, chiaramente se nessuno dovesse cedere il suo posto qualcuno purtroppo dovrà restare a terra. La strategia più utilizzata è quella del check in. Tendenzialmente non vengono mai lasciati a terra passeggeri che hanno imbarcato il bagaglio da stiva e che hanno acquistato prodotti e servizi accessori.

Ryanair
Ryanair (Adobe Stock)