Torna il treno storico italiano leggenda dei binari: un tuffo nel tempo

Per chi ha voglia di vivere un’esperienza particolare, torna una vera leggenda dei binari italiani che permetterà ai passeggeri di fare un tuffo indietro nel tempo. Scopiamo di cosa si tratta

Il suo nome è Rapido Peloritano ed ha rappresentato uno dei treni più incredibili per i passeggeri italiani. Oggi è un pezzo di storia di grande valore e molto suggestivo che la Fondazione FS ha scelto di rimettere in pista.

Treno Sicilia
Treno Sicilia (Adobe Stock)

All’epoca era un vero punto di comodità per i passeggeri siciliani che volevano viaggiare comodi. Per 20 anni infatti ha collegato con la lunga percorrenza la Sicilia al resto d’Italia. Arrivava da Palermo fino a Roma. Fu ideato inizialmente come treno di lusso quindi era comodo, spazioso e confortevole. Era il 1965 e rappresentò una vera novità nel settore. Poi, con l’arrivo dell’Interciry è andato in pensione prima del previsto. I treni si sono fatti moderni e non altrettanto comodi per questioni di spazio.

Rapido Peloritano: il treno storico che collega la Sicilia

Il Rapido Peloritano offre un’esperienza che vale la pena fare per vivere le atmosfere degli anni ’80 con tutti i lussi e le comodità. Per 3 giorni il treno tornerà a percorrere la stessa tratta del tempo Palermo-Roma, attraversando tutti i paesaggi più spettacolari che hanno segnato la sua epoca. La partenza è da Messina Centrale, percorrerà la costa tirrenica per arrivare poi il 17 a Palermo Centrale. Il 18 invece sarà volta del viaggio in direzione Roma Termini. Nello specifico la partenza di sabato è alle 14:50, la partenza di domenica è alle 10:24 con arrivo alle 13:15 e lunedì alle 8:20 con arrivo a Lamezia alle 9:46 e a Salerno alle 12:28 per giungere in conclusione a Roma alle 15:48.

Tutta l’intera ferrovia che include anche la Calabria e la Campania sarà percorsa tra panorami suggestivi e acque mozzafiato con soste a Lamezia Terme e Salerno. Viene effettuato solo servizio di prima classe, è obbligatorio l’uso della mascherina a bordo ed il treno effettua un viaggio di sola andata quindi a Roma si ferma e staziona.

Organizzare il viaggio sul treno storico

Il costo della tratta Messina Centrale – Palermo Centrale è di 34 euro a persona con uno sconto del 50% per i minori fino ai 14 anni e gratuito fino ai 4 anni. Tutti sono tenuti comunque alla prenotazione del posto a sedere. Sul sito ufficiale di Fondazione FS italiane sono disponibili i ticket messi in vendita dalla società che si occupa di gestire il patrimonio storico delle Ferrovia Italiane per la tutela di oltre 400 mezzi di cui la metà è ancora operativa ed è diventata di grande interesse turistico.

Stazione Sicilia
Catania Centrale (Adobe Stock)
Gestione cookie