Alla scoperta della Città delle due Capre: un luogo incredibile ma poco conosciuto

Sogni di vistare la Città delle due Capre o di fare un viaggio in una località differente e poco famosa? Questa è la meta ideale, scopriamo insieme le sue bellezze

La Città delle due Capre è Poznan, un polo culturale e architettonico veramente spettacolare. È un luogo ricco di arte, storia, luoghi da visitare e molto suggestivo. Non è particolarmente famoso al turismo internazionale eppure merita assolutamente attenzione.

Poznan
Poznan (Adobe Stock)

È possibile ammirare i palazzi rinascimentali, la cattedrale gotica e il castello ma anche lasciarsi guidare nel centro storico, vera bomboniera della città.

Poznan in Polonia: la Città delle due Capre

Poznan è la Città delle due Capre in Polonia e ha una storia molto particolare. Si narra infatti che fu distrutta da un grande incendio e che le autorità scelsero di realizzare un enorme orologio da adagiare sul Municipio, al centro della piazza del Mercato. Nel corso dei festeggiamenti inaugurali il menù prevedeva varie specialità locali, tra cui il cervo. Un giovane cuoco però fece bruciare tutta la preparazione e disperato si recò in un prato vicino e rapì due capretti, convinto di poterli cucinare. Questi, vista la loro forza, scapparono e uscirono proprio sulla cima dell’orologio, dove iniziarono a litigare, dando spettacolo e accogliendo le risate di tutti i partecipanti.

Da quel momento la città ha avuto come riferimento i due capretti. Tuttavia la sua bellezza è non solo riconducibile alla storia ma anche alle caratteristiche che la rendono un borgo molto particolare con caffè e ristorantini.

Cosa vedere a Poznan

La torre rinascimentale che si trova al centro della piazza Mercato ovvero Stary Rynek è uno dei punti più importanti della città. Ha conservato ancora tutti gli elementi originali ed è immenso con i suoi 61 metri di altezza.

Per omaggiare le due capre ogni giorno alle 12 il rintocco delle campane permette a due caprette di metallo di uscire e danzare per dodici volte. Le due riproducono la lite che fece impazzire tutta Poznan. Imperdibile anche una visita al castello che si trova sulla collina. Una costruzione del 1249 che è stato parzialmente compromesso durante la guerra e poi rinnovato. La leggenda in questo caso racconta che la castella su cui è edificato fu creata dalle forze oscure. Si narra infatti che il diavolo e i demoni alzarono una collina per bloccare il flusso del fiume Warta e sommergere l’intera città. Tuttavia, spaventati dai galli dovettero darsi alla fuga.

La Chiesa di San Stanislao di origine barocca è da visitare assolutamente perché molto particolare, al suo interno ci sono tantissimi dipinti e opere di Friedrich Landegat. Anche la Cattedrale di Pietro e Paolo è molto famosa, con due torri gemelli da 62 metri che si stagliano sulla città. È possibile anche ammirare il Castello imperiale di Poznan che fungeva da residenza per Guglielmo II.

La città è coloratissima e molto particolare, meritevole di una visita. La piazza vecchia di Poznan è tra le più belle d’Europa e i le Case dei commercianti sono rimaste praticamente intatte, mostrano ancora i simboli dei prodotti che venivano venduti e richiamano molto lo stampo del Nord. Un incanto durante tutto l’anno, d’estate per la temperatura, i parchi e il verde, d’inverno per i mercatini natalizi e l’atmosfera di festa.

Come arrivare a Poznan

Poznan è tra le città più grandi della Polonia quindi è ben collegata. L’aeroporto cittadino si trova a 8 km dal centro ed è servito da molte compagnie low cost come Ryanair e Wizzair che partono da numerose città italiane come Roma, Venezia e Bergamo. È ben collegata e non è assolutamente cara quindi ideale anche per un fine settimana. Si può anche raggiungere in treno per chi arriva in un’altra città della Polonia e vuole fare una tappa.

Cattedrale Poznan
Cattedrale Poznan (Adobe Stock)