Le 3 grotte più belle d’Italia da vedere almeno una volta nella vita

Le 3 grotte più belle d’Italia da vedere almeno una volta nella vita perché rappresentano un viaggio nel tempo che ha regalato, nel corso dei millenni, uno spettacolo unico ed imperdibile.

Siete pronti a immergervi nelle profondità della terra e a vedere uno spettacolo unico? L’Italia sia sopra che sotto offre davvero di tutto! Scegliere le 3 grotte più belle d’Italia che devono essere necessariamente visitate almeno una volta nell’arco della vita non è assolutamente un compito semplice.

L’Italia delle meraviglie, anche da questo punto di vista, non si fa mancare nulla. Numerose sono le località sparse lungo lo Stivale dove si possono ammirare dei luoghi sotterranei, invisibili ed unici.

Iniziamo il nostro viaggio esattamente come la spedizione descritta in un famoso film del 1959, Viaggio al centro della terra. Ebbene quella spedizione, che aveva come meta ultima il centro della terra, iniziava da una grotta nascosta. Noi vi parleremo invece non di una, bensì delle 3 grotte più belle d’Italia.

Le 3 grotte più belle d’Italia

Le grotte rappresentano da sempre un luogo dove fascino, mistero, storia e leggenda si fondono creando un interesse vivissimo in tanti turisti sempre alla ricerca di nuove emozioni. Si, emozioni, perché le grotte emozionano. Basti soltanto pensare al tempo infinito in cui si sono create, trasformate e poi diventate ambite mete turistiche. Entrarvi vuol dire iniziare un viaggio nel tempo che ci riporta agli albori dell’umanità.

Quei luoghi sotterranei, nascosti agli occhi del resto del mondo, dove noi stiamo camminando, milioni di anni fa potevano essere i primi rifugi degli uomini primitivi. Un fascino irresistibile.

  • Grotte di Castellana
  • Grotte di Frasassi
  • Grotta Gigante

Le Grotte di Castellana, la meraviglia della Puglia

 

Già dalla loro definizione, “Meraviglia di Puglia”, si può comprendere quanto le Grotte di Castellana, rappresentino una meta turistica ambitissima. Si trovano nei pressi del comune di Castellana, in provincia di Bari.

Le Grotte di Castellana sono un complesso di cavità sotterranee di origine carsica che si snodano per una lunghezza complessiva di tre chilometri e la visita guidata delle Grotte ha una durata di circa due ore. Lungo il cammino ambienti diversi, per caratteristiche, forma e dimensioni si alternano tra colonne, cristalli, stalattiti e stalagmiti.

Squarci antitetici, caverne dagli aspetti opposti aprono e chiudono il lungo percorso. Ad aprirlo una grande caverna centrale che sembra la porta d’accesso verso l’inferno di dantesca memoria e a chiuderlo una caverna che, invece, rappresenta una delle meraviglie del mondo.

E’ infatti la caverna denominata la Grotta Bianca, di un’eleganza unica che le deriva dall’alabastro che regna sovrano. La luce abbagliante che l’alabastro produce naturalmente fa sì che questa grotta sia considerata la più splendente del mondo. Imperdibile.

Ricordiamo che le Grotte di Castellana sono aperte tutto l’anno ed il percorso turistico, di circa tre chilometri, equamente divisi tra andata e ritorno, è accessibile a tutti, anche a visitatori con disabilità.

Le Grotte di Frasassi, le più spettacolari

Dalla Puglia risaliamo lo stivale fino a raggiungere le Marche e, più esattamente. l’interno dell’Appennino marchigiano per andare a scoprire uno dei percorsi sotterranei più lunghi ed affascinanti del mondo, quello che ci conduce alle Grotte di Frasassi. Siamo nel comune di Genga, in provincia di Ancona.

Ambiente celato agli occhi dei più, ma in grado di offrire uno spettacolo unico al mondo, le Grotte di Frasassi, per via delle enormi dimensioni che le caratterizzano, sembrano essere la dimora dei Ciclopi. Quelle concrezioni poi, le gocce che che cadendo dall’alto verso il basso, con il loro ritmo costante ed immutabile, hanno realizzato, nel corso di milioni di anni, costruzioni architettoniche dall’incredibile fascino.

La lunghezza complessiva delle Grotte di Frasassi è di circa 30 chilometri e ha il punto di maggiore impatto visivo in quello che è denominato l’Abisso Ancona, un ambiente gigantesco, che ha un volume pari ad un milione di metri cubi e che, con la sua altezza di  240 metri, potrebbe tranquillamente contenere al suo interno l’intero Duomo di Milano!

All’interno dell’Abisso Ancona si possono ammirare anche le enormi stalagmiti alte 20 metri. Da non perdere assolutamente anche la Grande Grotta del Vento ed i laghetti sotterranei. Da quando sono state aperte al pubblico, nel 1974, le Grotte di Frasassi sono state visitate da oltre 12 milioni di persone.

Il percorso turistico è accessibile sia ad anziani che ai bambini accompagnati e si snoda per circa un 1, 5 chilometri, per la durata complessiva di circa un’ora e mezza. Le Grotte di Frasassi sono aperte tutti i giorni, tranne il 4 ed il 25 dicembre e poi dal 10 al 30 gennaio per fermo biologico.

La Grotta Gigante, la più grande del mondo

La Grotta Gigante di Trieste: può contenere la Basilica di San Pietro

Dalle Marche ci dirigiamo ancora verso Nord fino a raggiungere il Friuli Venezia Giulia, più precisamente la provincia di Trieste, nel comune di Sgonico. Qui si trova la più grande cavità turistica del mondo, la Grotta Gigante.

La grotta è il risultato dell’erosione delle acque sottostanti che hanno creato, nel corso di milioni di anni, un unico, immenso salone che grazie alle sue dimensioni, potrebbe contenere la Basilica di San Pietro, a Roma. Questa meraviglia è possibile godersela anche dall’alto. Infatti salendo su una caratteristica scalinata in pietra formata da 360 gradini, si può ammirare uno spettacolo unico.

Caratteristica della Grotta Gigante sono le sue stalattiti e stalagmiti che aumentano le proprie dimensioni di un metro ogni vent’anni circa e che assumono un colore tipicamente rossastro a causa degli ossidi di ferro.

Da non perdere poi la Colonna Ruggero, la stalagmite dalle dimensioni maggiori, che raggiunge i 12 metri di altezza. A rendere ancora più unica questa esperienza è la possibilità, durante la visita, di assaggiare i vini tipici del Carso, sorseggiandoli in una cornice assolutamente unica ed indimenticabile.

La visita alla Grotta Gigante ha la durata di circa un’ora. Sono presenti le guide che accompagnano i visitatori lungo un percorso che misura circa un chilometro. La Grotta Gigante è aperta tutto l’anno ed è possibile visitare anche il Museo Scientifico Speleologico.

Le 3 Grotte più belle d’Italia per il vostro viaggio indimenticabile al centro della Terra.