Dove è nato il torrone? Chi lo ha inventato e perché lo mangiamo a Natale e Capodanno?

A Capodanno e Natale mangiamo sempre il torrone, ma vi siete mai chiesti da dove arrivi, chi lo abbia inventato e dove lo si produca?

La ricetta del torrone
Dove è stato ideato il torrone? – Adobe Stock

Partire e celebrare la notte di San Silvestro o Capodanno 2022 assaporando un cocco con i piedi a penzoloni da un’amaca alle Maldive è un sogno che, nemmeno quest’anno, riusciremo ad avverare. Purtroppo la variante Omicron del Covid-19 corre veloce e quindi le partenze per Capodanno sembrano essere ridotte. Chi resta a casa si starà organizzando per il cenone del 31 dicembre e, tra i piatti tipici da preparare, sarà sbucato ovviamente il torrone. Già, ma chi lo ha inventato? Da dove è nato il torrone e perché lo mangiamo praticamente solo a Natale o Capodanno?

Torrone, perché si chiama così e ingredienti principali

Il torrone è un dolce tipico che si mangia a Natale e a Capodanno in Italia, ma non solo. L’etimologia del suo nome, che si somiglia in tantissime lingue, sembra che si ricolleghi al verbo latino torrere, ossia abbrustolire o tostare ossia il procedimento che viene usato per trattare la frutta secca che mettiamo all’interno del nostro dolce. Gli ingredienti principali sono miele, zucchero, mandorle, albume d’uovo e si aggiungono poi noci, arachidi, nocciole… e spesso viene ricoperto da due strati di ostia.

Dove è nato il torrone?

La ricetta originaria? Non sappiamo da dove arrivi, ma sembra proprio che i primi a realizzare il torrone furono in Spagna, precisamente ad Alicante anche se la prima testimonianza scritta in Catalogna l’abbiamo nel 1221.

Un dolce molto simile a questo è stato poi realizzato a Cremona, Benevento e Caltanissetta. Proprio a Cremona pare che il primo torrone venne servito il 25 ottobre 1441 in occasione del banchetto di nozze tra Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti. La prima notizia certa però risale al 1543 quando proprio il comune acquistò il torrone per donarlo alle autorità dell’epoca.

Oggi il torrone si fa praticamente in tutta Italia e molte produzioni sono diventate anche protette proprio per la ricchezza di ingredienti, la cura e la qualità con cui viene realizzato.