Borghi da visitare con i bambini in Italia

Dove andare in gita in famiglia. I borghi da scegliere con dei bambini, così che vi divertiate voi e loro non si annoino

borghi bambini
Dove andare con i bambini in Italia: i borghi da scegliere

State pianificando una gita fuori porta di uno o due giorni per uno dei prossimi fine settimana, ma non sapete dove andare per far felice tutta la famiglia. Mettere d’accordo i gusti e le esigenze di tutti può sembrare difficile. Dove andare con i bambini affinché tutti si divertano? Per fortuna c

‘è molta scelta. Il nostro Paese offre infatti numerosissimi luoghi dove andare: borghi da vedere per grandi e piccini, perfetti per una gita in famiglia.

I 10 borghi d’Italia dove andare con dei bambini

La vostra famiglia ama di più la montagna o la pianura? I bambini apprezzano le storie di cavalieri medievali, di battaglie e di grandi imprese o sono più affezionati ai personaggi delle fiabe, come per esempio al mitico Pinocchio? E poi, preferite camminare nella natura o circondarvi di case coloratissime? In Italia ci sono molti luoghi adatti ai più piccoli.

Abbiamo scelto 10 borghi che possano far innamorare anche i più piccini, contribuendo a fare loro amare i viaggi e accendendo ancora di più la loro curiosità. Ecco la nostra lista di borghi da vedere con i bambini:

  • Gromo, Bergamo
  • Bene Vagienna, Cuneo
  • Collodi, Pistoia
  • Toirano, Savona
  • Burano, Venezia
  • Campo Tures, Bolzano
  • Bard, Aosta
  • Civitella Alfedena, L’Aquila
  • Alberobello, Bari
  • Fasano, Brindisi

Gromo, tutti pazzi per il parco sospeso

A circa 50 km da Bergamo, in Alta Val Seriana, si trova Gromo, un paesino facilmente raggiungibile anche in macchina da Milano. La cosa che i bambini apprezzano di più di questo posto è senz’altro il parco sospeso, ma non è l’unico motivo per cui questo è il posto ideale per trascorrere una giornata con i bambini.

Infatti, a partire da qui si possono organizzare piacevoli passeggiate nel bosco, o sciare se è estate. C’è anche una pista per provare il bob estivo, e un rifugio facilmente raggiungibile a piedi o con la seggiovia.

Bene Vagienna, per i giovani amanti dell’archeologia

Piccoli archeologi crescono, a Bene Vagienna. Qui da qualche anno l’associazione Archea organizza dei laboratori così che i bambini possano sperimentare come era la vita secoli fa, per esempio cucinando come gli antichi Romani o costruendo piccoli manufatti con l’argilla locale. Assolutamente consigliato visitare la cascina I Frati, dove si trovano riprodotte le attività e gli ambienti del periodo romano imperiale.

Collodi, un paese a tema Pinocchio

Collodi, uno dei borghi dove andare con i bambini

Siamo sicuri che solo leggere il nome di questo luogo in provincia di Prato vi ha fatto capire perché farà impazzire i bambini (e non solo). Anche se Collodi non è propriamente il paese di nascita di Carlo Lorenzini, l’autore di Pinocchio, bensì quello di sua madre, a Collodi si trovano comunque moltissimi riferimenti allo scrittore.

Obbligatoria una visita al Parco di Pinocchio, dove si trovano statue in bronzo fatte da artisti contemporanei che riproducono i personaggi del racconto. Tanti sono i riferimenti anche ai luoghi che caratterizzano la storia, come per esempio il Paese dei Balocchi.

Vi suggeriamo di visitare anche Collodi Castello, il borgo lungo il pendio di un colle, dove troverete anche la Collodi Butterfly House, un giardino esotico dove si possono vedere numerosissime farfalle che arrivano da tutti il mondo. I bambini resteranno a bocca aperta!

Toirano (SV)

Ci sono argomenti che i bambini sono costretti a studiare sui manuali scolastici, ma che memorizzerebbero molto meglio se solo potessero vedere e toccare con mano l’oggetto del loro studio. Ebbene, a Toirano questo è ben possibile, poiché le guide specializzate accompagnano bambini e ragazzi a esplorare le grotte spiegando loro la formazione di stalattiti e stalagmiti, parlando loro di animali preistorici e di chi, quelle grotte, in passato le abitava.

Alla fine del percorso, vengono organizzati dei laboratori didattici per provare a tirare con l’arco preistorico o per imparare a costruire capanne paleolitiche. Da vedere anche il centro storico del borgo medievale e il Museo Etnografico della Val Varatella.

Burano, camminare in un dipinto

borghi bambini
La case colorate di Burano vicino Venezia

Burano è un arcobaleno di colori, di sfumature e di magia. Tra i borghi adatti ai bambini, è senz’altro il più variopinto. Qui le case hanno colori sgargianti, e percorrere le sue stradine dà la sensazione di trovarsi in un bel quadro.

Basterà questo a mettere il buonumore ai bambini. Se poi spiegate loro che si dice che i colori delle case siano dovuti ai marinai che dovevano riconoscere la propria abitazione anche arrivando da lontano, in mezzo alla nebbia, i bambini inizieranno a sognare ad occhi aperti le avventure di questi uomini coraggiosi.

Un’altra leggenda dice che le case fossero così colorate perché venissero riconosciute anche dopo un bicchiere di vino di troppo, ma forse questo ai bambini si può non dirlo. Più realisticamente, i colori delle case servivano a delimitare le proprietà. Sta di fatto che oggi resta un luogo incantato, ed è una fortuna averlo così vicino a casa.

Campo Tures, per i piccoli avventurieri

Se c’è un posto dove i bambini possono assaporare a pieno il gusto della propria libertà, questo è sicuramente Campo Tures. Qui possono infatti correre spensierati e respirare a pieni polmoni. Inoltre, durante tutto l’anno sono organizzate attività dedicate ai più piccoli. Possono infatti cimentarsi in avventure acrobatiche, come il ponte tibetano o il percorso a corde alte, o acquatiche, nella baby pool oppure nella Spa Cascade.

Infine, portate i bambini all Castel Tures, dove il programma per bambini “Le avventure degli Elfi” li farà divertire con la serata in compagnia degli spiriti del castello, oppure con delle divertentissime cacce al tesoro nei boschi.

Bard, un ottimo modo per far avvicinare i bambini alla montagna

borghi bambini
La fortezza di Bard, luogo di montagna da visitare con i bambini

Bard è il più piccolo comune d’Italia: è infatti abitato da meno di cento abitanti. Tuttavia, è sempre molto attivo in termini di iniziative culturali. Situato ai piedi di un promontorio roccioso, è dominato dall’omonimo forte, che costituisce un importante polo didattico.

Per arrivare al Forte di Bard si può camminare un pochino, oppure prendere una funicolare panoramica. All’interno della struttura, si trova un laboratorio dedicato proprio ai bambini, che permette di avvicinarsi alla montagna in modo sano e divertente. Quattro sono i musei permanenti all’interno del Forte: Le Alpi dei Ragazzi, il Museo delle Alpi, Il Ferdinando: Museo delle Fortificazioni e delle Frontiere, Le prigioni del Forte.

Civitella Alfedena, famosa per la Camosciara

La Camosciara è una riserva naturale situata nei comuni di Civitella Alfedena, Opi e Pescasseroli, in provincia dell’Aquila, e rappresenta il nucleo originario del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Per attraversarla si può optare per una passeggiata a piedi o in alternativa per il trenino che parte dal parcheggio (che tuttavia non è sempre attivo).

La cooperativa La Camosciara, che gestisce la riserva, organizza inoltre numerose attività didattiche e itinerari adatti anche ai più piccini, anche se si focalizza soprattutto sulle scuole. I bambini si innamoreranno di questa zona così incantevole da sembrare surreale.

Alberobello, le case dei Puffi

borghi bambini
Alberobello un borgo che piacerà anche ai più piccoli

I trulli di Alberobello, patrimonio dell’Unesco, risultano sempre molto interessanti per i bambini, ai quali ricordano, inevitabilmente, le case dei Puffi. Passeggiare tra le stradine di questo paesino li farà sentire in un cartone animato, e si divertiranno tantissimo a cercare di capire cosa significano i simboli disegnati sui tetti dei trulli.

Inoltre, in zona ci sono varie masserie didattiche, che organizzano attività per i bambini e insegnano loro, per esempio, a preparare il formaggio oppure il pane fatto in casa.

Fasano, animali e divertimento

A Fasano, poco lontano da Alberobello, Monopoli e Polignano a Mare, si trova uno zoosafari per cui i bambini non possono che andare pazzi. Si tratta del secondo parco faunistico più grande d’Europa, con oltre 200 specie tutte da scoprire. Da non perdere, qui, anche Fasanolandia, il parco divertimenti immerso nel verde. Qui spettacoli, giostre e musei faranno impazzire grandi e piccini.

In Italia ci sono molti altri posti che si possono visitare con i più piccoli, e dove sicuramente non si annoierebbero, ma questi sono senz’altro i migliori grazie alle attività organizzate per loro. Vedrete che i bambini si divertiranno moltissimo, e finiranno per voler esplorare tutti i borghi che vi abbiamo proposto, e molti di più.