Cosa vedere nelle Langhe: i paesi più belli

Ecco i paesi più belli da visitare nella zona delle Langhe, in Piemonte, e cosa li rende tanto graziosi

paesi langhe
Un bellissimo paesaggio delle Langhe

Tra Cuneo e Asti, in Piemonte, si trova un’ampia area collinare, quella delle Langhe. Famosa per le sue caratteristiche enogastronomiche, è una zona di bellezza paesaggistica piena di incantevoli borghi e bei paesi.

Il nome di questo posto è di provenienza incerta. Per qualcuno deriva da “Landa Ligurum”, ovvero Terra dei liguri; per altri l’origine va ricercata in “langue“, ovvero lingua, per il suo essere una lingua di terra che si protende verso il mare. Sta di fatto che, al giorno d’oggi, il solo termine “Langhe” rimanda al sapore del buon vino, ai colori della natura e a una breve fuga dalla città.

I paesi più belli da vedere nelle Langhe

I borghi e i paesi che vale la pena visitare nelle Langhe sono innumerevoli, ma bisogna riconoscere che ce ne sono alcuni davvero imperdibili. Per questo, abbiamo fatto una selezione dei posti che, secondo noi di Viagginews.com, bisogna assolutamente visitare quando si passa dalle Langhe, che sia per un weekend o per una vacanza più lunga. Ecco quelli da non perdere per nessuna ragione:

  • La Morra
  • Barolo
  • San Benedetto Belbo e Santo Stefano Belbo
  • Mombarcaro
  • Alba

La Morra, vista mozzafiato su tutte le Langhe

paesi langhe
La Morra uno dei borghi più belli delle Langhe

In cima a un cucuzzolo circondata da altri centri come Alba e Barolo si trova La Morra, un paesino che conta circa 3.000 abitanti. Sulla Torre Campanaria è possibile ammirare un paesaggio a 360 gradi, così bello da lasciare chiunque senza fiato. A La Morra si trova una cantina, aperta dal 1973, che permette un’approfondita degustazione di vini. L’ideale per gli appassionati che vogliono assaporare ogni sfumatura di sapore dei deliziosi vini prodotti in queste zone.

Barolo, dove si produce il vino più pregiato d’Italia

langhe
Nelle Langhe si beve uno dei miglior vini d’Italia

A chi non suona familiare questo nome? Il Barolo, oltre a essere un paese in Provincia di Cuneo, è anche uno dei vini più famosi e più pregiati dell’intera penisola italiana, tanto da essersi meritato il titolo di Denominazione di Origine Controllata. A Barolo, non a caso, si trova anche il WiMu, ovvero un intero museo dedicato al vino.

San Benedetto Belbo e Santo Stefano Belbo, dove i grandi scrittori trassero ispirazione

Le Langhe non sono solo vino e cibo, ma sono anche luoghi di cultura. Questi due borghetti, quello di San Benedetto Belbo e quello di Santo Stefano Belbo, infatti, sono stati resi significativi dagli intellettuali che li hanno vissuti e attraversati. A San Benedetto Belbo è possibile ripercorrere l’itinerario con tutti i luoghi dei capolavori di Beppe Fenoglio, che proprio da questo posto traeva grande ispirazione. Santo Stefano Belbo, invece, è il luogo dove Cesare Pavese ambientò il suo intramontabile capolavoro “La luna e i falò”, ancora adesso amato e apprezzato sia dai più giovani che da chi giovane più non è.

Mombarcaro, il posto più romantico delle Langhe

L’etimologia del nome di questo posto spiega che da questo paese si vedono persino il mare ligure e le barche: esiste un posto più romantico di questo dove portare la propria amata? Mombarcaro è la vetta delle Langhe, un luogo un po’ incantato dove godersi una passeggiata con il cuore leggero e gli occhi pieni di bellezza.

Alba, il gioiello delle Langhe (e del Piemonte)

Con Roero e Monferrato, la cittadina di Alba è nella lista UNESCO dei beni Patrimonio dell’Umanità. Alba è veramente un gioiellino: qui si trovano attrazioni culturali, religiose, paesaggistiche ed enogastronomiche. Se siete di passaggio per le Langhe, Alba è sicuramente il posto che non vi potete perdere. Nei dintorni di Alba date un’occhiata a Grinzane Cavour con il suo bel castello e al piccolissimo borgo di Nieve che si dica abbia il panorama più bello sulle Langhe.

paesi langhe
Vigneti nella Langhe

Vi abbiamo messo voglia di partire? Le Langhe sono facilmente raggiungibili in macchina, e la soluzione migliore è creare un itinerario a seconda di ciò che si cerca e dedicare a questi posti qualche giorno per non viverli di fretta ma godendosi ogni dettaglio del soggiorno qui, dal bicchiere di vino al tramonto all’aria fresca collinare.