Il paese più bello delle Langhe: qual è e come raggiungerlo

Dove si trova Alba, il paese più bello della zona delle Langhe, cosa vedere e come raggiungerlo

alba paese langhe
Alba, il paese più bello delle Langhe

A soli 50 km da Torino, in mezzo al paesaggio collinare delle Langhe, si trova un paese che è un vero e proprio gioiellino, e costituisce il fiore all’occhiello sia della zona in cui è collocata che dell’intera regione Piemonte. Tutti infatti lo definiscono il paese più bello delle Langhe. 

Si tratta di Alba, un comune in provincia di Cuneo situato sulla destra del fiume Tànaro. La città ospita innumerevoli punti di attrazione turistica e sono tante le cose da vedere: chiese, edifici storici e torri, ma anche punti panoramici. I più bei paesaggi gustando un ottimo vino li vedrete da qui.

Se in ogni stagione il panorama è strepitoso a settembre e ottobre diventa magnifico. E’ il periodo della vendemmia e del foliage, quando gli alberi si colorano di rosso e arancio. Se state cercando una meta per l’inizio dell’autunno l’avete trovata.

Leggi anche -> La strada del Barolo: dove bere il buon vino nelle Langhe <<

Il paese più bello delle Langhe

Soprannominata anche la Città delle Cento Torri a causa delle numerose torri costruite in passato a scopo difensivo, Alba oggi ne conserva alcune ben visibili in Piazza Duomo. Sebbene la cittadina sia relativamente piccola (conta poco più di 30 mila abitanti), per visitare tutta Alba ci vorrebbero giornate intere viste le numerose cose da vedere e da fare.

Situata in una zona incantevole, che attira turisti da ogni parte d’Italia, già solo passeggiarci è un piacere. Andare a fondo per scoprirne la storia, le tradizioni e gli aspetti meno evidenti, poi, può regalare davvero grandi emozioni, e far innamorare ogni turista che vi trascorra del tempo.

Cosa vedere ad Alba: torri e chiese

alba langhe
Uno scorcio di Alba

Ci sono molte cose da vedere ad Alba e numerosi sono gli edifici come torri e chiese che meritano una visita. Indubbiamente già solo passeggiare per questa cittadina medioevale è un piacere e fermarsi ad ammirare i panorami circostanti è una gioia per gli occhi.

Costruita tra il XV e il XVI secolo, in Piazza Risorgimento si trova la Cattedrale di San Lorenzo. L’edificio è in stile gotico e l’ultima ristrutturazione è parecchio recente: risale infatti al 2009. Tra le altre cose da ammirare, all’interno si trova anche la lastra tombale del Vescovo Andrea Novelli. In piazza Risorgimento si trova anche il Palazzo Comunale che ospita pregiati affreschi.

Interessante è anche una visita anche alla Chiesa della Maddalena, che risale al 1700 ed è uno splendido esempio di barocco piemontese.

Delle tante torri che si trovavano ad Alba oggi ne sono rimaste poche. Ma alcune risalenti al 1100 sono ancora in perfetto stato. Si tratta delle torri Bonino, Astesiano e Sineo che potrete ben vedere da piazza Duomo.

alba langhe
La chiesa di San Lorenzo ad Alba

Un altro edificio culturalmente attivo che spesso ospita mostre ed eventi è la Chiesa di San Domenico, che si narra sia stata utilizzata da Napoleone come stalla per i suoi cavalli. La Chiesa è un meraviglioso capolavoro di arte gotica, risalente al 1300-

Non perdetevi assolutamente poi Casa Fenoglio, dove nacque il noto scrittore nel lontano 1922. Qui l’autore scrisse la maggior parte delle sue opere, ed ora è stato allestito uno spazio che ne ripercorre la vita e ne documenta l’esistenza tramite foto e lettere.

Alba sotterranea

Prenotandolo in anticipo, è possibile effettuare un tour di Alba sotterranea, insieme a degli archeologi professionisti che vi mostreranno e illustreranno le rovine antiche del tempio, del foro, della prima fonte battesimale e delle torri medievali ormai scomparse. Se siete affascinati dalla storia, dal mistero e dalle gite un po’ alternative, il tour di Alba sotterranea è cucito su misura per voi.

Cosa mangiare ad Alba

Ovviamente, una gita ad Alba comporta una scorpacciata di cibi tipici, di cui questa città è particolarmente ricca. Uno dei piatti più famosi della tradizione di Alba sono i Tajarin, una pasta fresca all’uovo di solito condita con burro. Ma famosissimi sono anche il tartufo, di cui la zona è particolarmente ricca, e la finanziera, ricetta povera a base di frattaglie.

alba
Il tartufo una delle specialità del territorio di Alba

Per non parlare dei dolci, molti dei quali sono a base di nocciola del Piemonte IGP, come ad esempio il bonet, un budino di antichissima tradizione. E poi ci sono i vini, per cui le Langhe sono famose dappertutto, come il Barbera d’Alba. Insomma, visitare Alba significa assicurarsi di non restare a pancia vuota né a bocca asciutta, e già questo è un validissimo motivo per una passeggiata da queste parti.

Come raggiungere la città

Alba è facilissima da raggiungere in macchina partendo da Torino, ed è anche la soluzione consigliata per chi desidera fare un giro anche nei dintorni e visitare gli altri paesini delle Langhe.

Alba è ben collegata a Torino anche mediante autobus e treni. Se non si trova il collegamento diretto in treno dalla propria città, si potrebbe dover andare fino a Torino, Porta Nuova o Porta Susa, raggiungere con la metro la fermata Carducci e qui prendere il bus che porta direttamente ad Alba.

alba
Numerosi i vigneti intorno ad Alba dove si produce il tipico Dolcetto

Cosa vedere nei dintorni di Alba

Alba è il punto di appoggio ideale per andare alla scoperta del territorio delle Langhe e vedere i tanti paesini, borghi e castelli che vi si trovano. Oltre che andare di cantina in cantina ad assaggiare i vini del territorio dove spiccano il Dolcetto d’Alba, il Barolo e il Barbera.

Il Castello di Serralunga d’Alba dista appena 15 km dalla città e vi offre uno scenario maestoso. Questo bel castello medievale, un’antica fortezza militare, perfettamente intatto si trova su un’altura e domina il piccolo borgo sottostante fra distese di vigneti. E’ uno dei castelli più particolari con la sua torre a pianta tonda e la sua verticalità.

A soli 10 km da Alba si trova il piccolissimo borgo di Grinzane Cavour. Questo paesino di appena 2 mila anime porta il nome del suo sindaco più illustre, il Conte Camillo Benso di Cavour che ne fu primo cittadino per 18 anni. A rendere speciale questo luogo è poi il grande castello medioevale parte dell’antica tenuta dei Conti Cavour e oggi sede dell’enoteca regionale.

Sempre vicinissimo ad Alba il piccolo centro di Neive da cui godrete di uno spettacolare panorama sulle Langhe e dove potrete mangiare un ottimo tartufo. In tema di viste mozzafiato fate un salto a Morra che si dice offra la migliore. Indubbiamente se salite sulla Torre Campanaria vedrete vigneti, valle e monti a perdita d’occhio.

Poco distante, a meno di 20 km da Alba, si trova Barolo che oltre ad essere un grazioso borgo è uno dei centri più importanti per il vino. Qui troverete numerose cantine dove fare degustazione e potrete visitare il museo del cavatappi.

alba
Panorama mozzafiato nelle Langhe: questo è il Castello di Serralunga

Alba è un posto davvero caratteristico, e sembra che non le manchi davvero nulla per essere il posto di cui innamorarsi e in cui voler tornare ogni volta che si può. Allora lasciatevi incuriosire da questa cittadina, andate a fondo nei meandri di ciò che può offrirvi e scoprirete anche voi tutta la meraviglia che un posto simile vi può regalare.