Venezia a numero chiuso: da quando e come fare per visitarla

Dal 2022 sarà necessario prenotarsi per accedere a Venezia: ecco come funzionerà il numero chiuso

venezia turisti
Turisti affollano piazza San Marco a Venezia. La città diventerà a numero chiuso

Da tempo si discute del numero eccessivo di turisti nella città lagunare, e si propone di introdurre il numero chiuso per l’accesso a Venezia. Ora, questa proposta sta diventando realtà. Ecco da quando la città diventerà definitivamente a numero chiuso, e come fare per visitarla.

Leggi anche -> Venezia in 1 giorno le 12 cose da fare e da vedere <<

Venezia a numero chiuso

Era già accaduto durante il Carnevale che si facessero dei tentativi di limitazione del fenomeno dellovertourism, ovvero un’eccessiva presenza di turisti in una città. Ora, però, è ufficiale: dal 2022, probabilmente prima dell’estate, per visitare Venezia sarà necessario prenotarsi, e pagare una piccola quota, la “tassa di sbarco”, già prevista dal 2019 ma mai messa in atto.

A controllare l’accesso di turisti (e non) ci saranno dei tornelli, oltre che delle videocamere di sorveglianza. I primi test per la fattibilità di questo sistema verranno effettuati al Tronchetto, dove ha sede la polizia locale e la “smart control room”, vale a dire la stanza di controllo digitale del territorio di Venezia.

venezia numero chiuso
Troppi turisti a Venezia: la città diventa a numero chiuso

Per chi valgono le limitazioni per entrare a Venezia

Ad essere esentati dalla tassa, che probabilmente sarà tra i 3 e i 10 euro, saranno ovviamente i residenti, ma anche i pendolari, gli studenti e, anche se questa informazione ancora non è stata confermata, chi soggiornerà nella città per più di un giorno. Sarà dunque obbligatoria per chi decide di visitare la città in giornata.

Leggi anche -> In bici sulla ciclabile sull’acqua guardando Venezia <<

Come fare per visitare Venezia

A giugno sono stati proposti vari sistemi di tornelli da 4 aziende diverse, ma non è ancora stato deciso ufficialmente quale sarà messo in atto. Per passarli sarà sicuramente necessario scaricare un’app, che darà accesso a un pass diverso a seconda del motivo della propria visita. Tutti, dunque, dovranno accedere in questo modo, senza eccezioni.

venezia
Il Carnevale di Venezia attira milioni di turisti

Si spera che, con questo sistema, la città di Venezia diventi più godibile da parte dei turisti e più vivibile per i residenti, che, soprattutto da quando è ripreso il turismo di massa dopo la pandemia di Coronavirus, si sono trovati nuovamente ad avere problemi di viabilità e circolazione.