Se non hai mai fatto il bagno qui non sei mai stato al mare

Ecco qual è il mare più bello d’Italia dove fare il bagno almeno una volta nella vita. Luoghi da sogno e un’acqua spettacolare

cala goloritze
Mare più bello d’Italia. Ecco dove si trova e perché Andare almeno una volta nella vita a fare il bagno

Quando arriva l’estate non c’è niente di meglio di un tuffo in mare, ma lo sappiamo bene c’è mare e mare. Acque cristalline, fondali ricchi di meraviglia e intorno un paesaggio meraviglioso daranno tutt’altro gusto al vostro bagno. E non dovete andare chissà quanto lontano. Abbiamo selezionato il mare più bello d’Italia, dove andare almeno una volta nella vita a fare un tuffo.

Il mare più bello d’Italia dove andare

L’Italia ha innumerevoli spiagge, baie e cale di ogni tipo, con borghi affacciati a strapiombo o natura selvaggia rigogliosa e incontaminata. Ogni anno si scatena la lotta a quelle che sono le spiagge più belle d’Italia. Non bastano i riconoscimenti come le Bandiere Blu a calmare gli spiriti campanilistici.

Abbiamo eletto dall’elenco del mare più bello d’Italia, quello che in assoluto vince per noi la medaglio d’oro di tratto di mare più bello in assoluto d’Italia. Un luogo dove poter vivere momenti emozionanti circondati da un posto da sogno in un’acqua dai colori spettacolari.

Cala Goloritzé
Cala Goloritzé lo spettacolare colore dell’acqua

Ecco dunque dove andare per avere il mare più bello d’Italia: a Cala Goloritzé in Sardegna.

Cala Goloritzè, il mare più bello d’Italia

E’ un paesaggio da sogno Cala Goloritzè, un quadro di un pittore che ha sapientemente usato il verde, l’azzurro e il bianco. E non è un caso questa è una delle spiagge più fotografate dell’intera Sardegna. Qualche anno fa un giornalista inglese in viaggio in Sardegna lo definì il posto più bello del mondo dove fare il bagno. Se non lo è poco ci manca.

Ci troviamo sulla costa del golfo di Orosei, nell’Ogliastra, a poca distanza da Baunei e da Santa Maria Navarrese. In questo tratto il litorale alterna monti a picco sul mare a piccole e spettacolari insenature. Una di queste è Cala Goloritzè, Monumento Nazionale Protetto sin dal 1995.

La spiaggia è una distesa di lucenti sassolini bianchi ed è racchiusa fra il verde della lussureggiante macchia mediterranea e le bianche falesie che cadono nel mare. Alcune rocce affiorano dall’acqua come la celebre guglia, alta ben 143 metri e passione di molti arrampicatori o il grande arco.

Cala Goloritzé,
Cala Goloritzé, la grande guglia che sovrasta la spiaggia

L’acqua del mare è cristallina di color turchese. Il fondale è incredibilmente trasparente con sorgenti carsiche sotterranee che sgorgano alimentando un luogo incantevole.

Leggi anche -> Le spiagge più belle della Sardegna: mappa e cartina <<

Perché fare il bagno a Cala Goloritzé

Fare il bagno in questo mare vuol dire immergersi in un posto da sogno. L’acqua è sbalorditiva: grazie anche alla sorgente di acqua dolce sotterranea è totalmente trasparente. I colori del mare variano dal celeste all’azzurro alimentati dai riflessi delle falesie bianche. I fondali sono ricchi di pesci da poter vedere.

Cala Goloritzé
Cala Goloritzé, il mare più bello d’Italia

Intorno un paesaggio naturale e suggestivo, dove ascoltare solo i suoni della natura. E guardando in alto si può anche ammirare il falco pellegrino che proprio qui nidifica.

Come arrivare a Cala Golortizé

Questa spiaggia, che si è creata da una frana nel 1962, è come facilmente immaginabile raggiungibile solo via mare o via terra tramite un impegnativo trekking. Dal 2007 però, a causa dell’eccessivo arrivo di imbarcazioni, è stato interdetto non solo l’approdo, ma anche l’avvicinarsi di barche a motore a più di 200 metri dalla riva. Dunque solo barche a vela o a remi.

L’unico modo più facile per arrivare è dunque con un sentiero, ma è anche il modo migliore perché offre una vista meravigliosa. Infatti si cammina tra i lecci, mentre il profumo di ginepro inebria l’aria, mano a mano che si scende si viene abbagliati dal bianco delle rocce e si rimane sbalorditi di fronte al colore dell’acque.

Il dislivello che si deve coprire è di circa 500 metri e si impiega circa un’ora a scendere e un’ora e mezza a risalire. Un’impresa, ma che ne vale la pena.

Cala Goloritzé
Il sentiero che conduce alla spiaggia di Cala Goloritzé

L’Italia vanta un mare bellissimo e spiagge meravigliose, ma almeno una volta nella vita dovete fare il bagno a Cala Golortizé, il mare più bello d’Italia.

 

 

Previous articleMelinda Gates come si consola dopo la separazione da Bill
Next articleVacanza gratis a San Marino: due notti in regalo
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.