Cosa vedere ad Urbino in un weekend

In giro per le Marche, guida a cosa vedere ad Urbino in un weekend.

 

Il borgo di Urbino si adagia armoniosamente fra due colli e grazie al Duca Federico da Montefeltro divenne la Città Ideale del Rinascimento. Il Duca Federico da Montefeltro credeva in una Città Ideale, proprio come l’opera dal titolo “la Città Ideale”, ancora custodita con grande cura nel Palazzo Ducale di Urbino.

Urbino è il sogno, divenuto realtà, di Federico da Montefeltro. Questo meraviglioso borgo in provincia di Pesaro ha anche dato casa a Raffaello e a Bramante, proprio qui i due artisti hanno mosso i primi passi per diventare grandi agli occhi di tutto il mondo.

Per visitare il borgo si consigliano scarpette comode e tanta, tanta, tanta voglia di camminare. Vi aspetteranno arte, storia, buon cibo, ma anche moltissime salite e discese. Ecco cosa vedere ad Urbino in un weekend.

Forse vi può anche interessare>> I 10 luoghi più belli in Italia

Cosa vedere ad Urbino in un weekend

Urbino, soprannominata la Città Ideale, offre moltissime alternative per un weekend di avventura fra arte, storia, natura e prelibatezze culinarie.

Il caro Duca di Montefeltro, nonché anche Duca di Urbino e di altre decine di città, ci aveva visto lungo. Urbino è considerato uno dei borghi pionieri del primo Rinascimento italiano. Dal 1444 al 1482, durante la Signoria del Duca Federico da Montefeltro, si sviluppò un clima artistico vitale e fertile grazie agli scambi etnici e culturali con numerosi centri italiani e soprattutto fiamminghi.

In passato era la terra degli artisti come Piero della Francesca, Giusto di Gand e Fra Diamante, oggi invece è un piccolo borgo universitario. Lo spirito incentrato sulla cultura lo aveva 600 anni fa e lo ha tuttora. Di seguito le cose più belle da vedere ad Urbino in un weekend!

Palazzo Ducale

Le due torri e l'ingresso principale del Palazzo Ducale Marche cosa vedere Urbino weekend
Le due torri e l’ingresso principale del Palazzo Ducale

Il termine palazzo non dona giustizia a quello che è il Palazzo Ducale. Federico da Montefeltro era un grande condottiero e un uomo di buon gusto. Il suo sogno era vedere Urbino come la Città Ideale del mondo e così nel 1444 diede ordine di costruire il Palazzo Ducale che in realtà è un vero e proprio castello.

Il Duca era anche un uomo colto e apprezzava l’arte. Non è un caso che proprio all’interno del Palazzo Ducale vi sia la Galleria Nazionale delle Marche che custodisce le opere di grandi artisti italiani, fra cui La Muta di Raffaello, La Flagellazione di Cristo di Piero della Francesca, Cristo Morto e Santa Chiara (o la Madonna?) di Giovanni Santi.

Entrando nel Palazzo rimarrete a bocca aperta per l’arte che vi circonda, del resto, il Duca amava talmente tanto l’arte che il suo Palazzo non solo era un sogno divenuto realtà, ma ospitava tutti gli artisti dell’epoca che avevano i propri spazi per riposare e per realizzare le proprie opere.

La Casa natale di Raffaello

Madonna con Bambino, Raffaello Sanzio Marche cosa vedere Urbino weekend
Madonna con Bambino, Raffaello Sanzio

Raffaello Sanzio nacque ad Urbino il 28 marzo del 1483 in una piccola casetta del quartiere artigiano. Trascorse la sua infanzia e giovinezza nella bottega del padre, uno fra gli artisti scelti dal Duca di Montefeltro per la corte.

La piccola Casa di Raffaello non conserva le maggiori opere dell’artista, eppure è da visitare perché si entra nella vita del giovane Raffaello. Al piano terra vi è la bottega del Padre e alcune copie delle opere maggiori di Raffaello mentre nella Camera da letto del genio è custodito un meraviglioso affresco de “la Madonna con Bambino”.

La Galleria Nazionale delle Marche

La Galleria Nazionale è locata nel meraviglioso Palazzo Ducale e consta di ben 80 sale. La meravigliosa collezione raccoglie dipinti, arazzi, mobili e disegni. Le opere più famose le troverete al primo piano, divise fra gli appartamenti personali della famiglia del Duca. Proprio nel suo appartamento vi sono la Flagellazione di Cristo e la Madonna di Senigallia di Piero della Francesca.

Nello Studio del Duca di Montefeltro e in alcune sale di rappresentanza sono esposte le opere più importanti come la Città Ideale e la Resurrezione e l’Ultima Cena di Tiziano.

Purtroppo il famosissimo ritratto del Duca di Montefeltro non è custodito ad Urbino, bensì nella Galleria degli Uffizi di Firenze.

Il Duomo di Urbino

Il Duomo di Urbino è sicuramente il luogo di culto più importante della Città Ideale, ma probabilmente non è il più bello. Sfortunatamente questa chiesa ha visto passare tanti anni di storia e molte ristorazioni da mani diverse che non hanno portato a risultati eccellenti.  Il Duomo venne costruito nel 1021, successivamente a causa di una serie di sfortunati eventi venne rimesso a nuovo più di una volta. Fate un giro nelle Grotte, la parte più interessante della Cattedrale, nel periodo della seconda guerra mondiale custodirono le opere del tesoro della Basilica di San Marco di Venezia.

Le Rampe Elicoidali e Teatro Raffaello

Un incantevole vicolo cieco ad Urbino Marche cosa vedere Urbino weekend
Un incantevole vicolo cieco ad Urbino

Urbino è una città con stradine strettissime, vicoli ciechi, gallerie e salite ripidissime. Immaginate Urbino 600 anni fa, sicuramente il borgo si prestava molto facilmente ad agguati ed attentati ai ricchi signori che la governavano. Il Duca non era uno sprovveduto e a tal proposito fece costruire sotto le Torri del Palazzo Ducale un bastione con all’interno delle rampe elicoidali. Questo piccolo trucco dava l’opportunità al Duca di attraversare Urbino senza passare per le viuzze ed incorrere a morte sicura.

Nel 1800 al bastione della Rampa elicoidale venne sovrapposto il magnifico Teatro Raffaello Sanzio che però è quasi sempre chiuso e quindi raramente visitabile.

Oratorio San Giovanni e San Giuseppe

Oggi l’Oratorio è sede dell’Accademia delle Belle Arti e ospita all’interno il Museo Gerit che contiene alcuni reperti e reliquie risalenti al 1300.

All’interno dei due oratori, situati ai piedi di Fortezza Albernoz, troverete numerosi affreschi che illustrano la vita dei santi. Fra quelli più belli noterete sicuramente il ciclo di opere realizzate dai fratelli Jacopo e Lorenzo Salimbeni da San Severino Marche.

La Fortezza Albornoz

Panorama su Urbino da Fortezza Albornoz Marche cosa vedere Urbino
Panorama su Urbino da Fortezza Albornoz

La Rocca Albornoz è stata costruita sul punto più alto del monte S. Sergio di Urbino per difendere la città dagli attacchi esterni.  Solo nel 1500 vennero edificate le mura e la rocca fu raccordata cinta muraria di Urbino. Nel 1957 l’ampio spazio che la circondava venne adibito a parco e dedicato agli eroi della Resistenza. Oggi è visitabile h24 e offre un panorama spettacolare sulla città di Urbino.

Cosa mangiare ad Urbino

Passeggiare in un piccolo borgo e salire e scendere fra le stradine tortuose ed in salita, stanca molto. E’ fondamentale quindi, mangiare le prelibatezze del luogo. Nelle Marche, come in tutta Italia, si mangia bene. Ad Urbino troverete numerosissime leccornie.

Fra le più buone, non può mancare la tradizionale Crescia Sfogliata. La Crescia, all’apparenza assomiglia ad una piadina, ma è diversa nel gusto e nel carattere. Gli ingredienti principali sono farina, latte, uova, strutto e pepe. La Crescia può fare da contorno al posto del pane, oppure può essere servita come piatto unico farcita con affettati e formaggi. Uno degli abbinamenti più buoni è prosciutto crudo di Parma, caciotta di Urbino e tartufo nero.

Uno dei formaggi tradizionali è la Casciotta di Urbino DOP. Risalente al 1500, è uno dei formaggi più antichi di Italia. Il suo gusto dolce e la sua consistenza morbida lo rende ancora oggi uno dei formaggi più buoni di sempre.