Thilandia cose da non fare: gli incredibili errori da non commettere mai

Cose da non fare in Thailandia quando si è in vacanza. Errori che potreste compiere ma vi possono costare care

Thailandia cose non fare
Spiagge bellissime in Thailandia, ma occhio a non fare certe cose

La Thailandia è la meta ideale per chi ama l’avventura e al tempo stesso il relax. Templi buddisti, ottimo cibo, spiagge incontaminate e movida top, questi sono i principali motivi per esplorare la Thailandia. Ma occhio a quello che fate. Ci sono delle cose da non fare in Thailandia per non incorrere in gravi problemi.

Si dice infatti “Paese che vai, usanze che trovi” e dunque per questioni religiose o culturali potreste ritrovarvi nei guai. Prima di andare in vacanza in Thailandia dunque è meglio sapere quali sono gli errori da non compiere.

Forse vi potrebbe interessare>>> Cose da non fare in vacanza in Russia

Thailandia: accogliente, ma non troppo

Spiaggia da sogno, Thailandia (unsplash) thailandia cose non fare
Spiaggia da sogno, Thailandia (unsplash)

I thailandesi sono molto accoglienti ed ospitali perciò questo Paese è denominato “la terra dei sorrisi“. Il Buddismo scandisce la vita dei cittadini thailandesi che credono nel Karma e nell’espressione “se sono buono con te, qualcun altro lo sarà con me”.

La Thailandia vi stupirà dunque per l’accoglienza, eppure ci sono delle differenze culturali profonde fra questa terra e la nostra cultura. Gesti all’apparenza innocui possono essere presi per una grave mancanza di rispetto. Banali errori fatti con leggerezza possono anche rivelarsi reati.

Qualsiasi sia il motivo della vostra vacanza nella splendida terra della Thailandia è bene sapere quali sono le cose da non fare in vacanza in Thailandia e quelle che sarebbe meglio non fare.

Le cose da non fare in Thailandia

Viaggiare vuol dire conoscere un Paese e la sua cultura e rispettarla. Dunque siate pronti ad accogliere le specificità della Thailandia niente strette di mano e niente parole fuori posti nei confronti dei Reali. E soprattutto niente sigarette elettroniche

  • Fumare sigarette elettroniche (e meglio non fumare affatto)
  • Niente droghe
  • Mai offendere la famiglia reale
  • Mai mancare di rispetto al Buddha
  • Non toccare i monaci buddisti
  • Non andare a un Ping Pong Show
  • Bisogna contrattare ogni acquisto
  • Occhio alla truffa della moto d’acqua
  • Attenzione a taxi e tuk tuk
  • Non dare la mano
  • Non salite sugli elefanti

Fumare tabacco o sigarette elettroniche

In questo Paese, qualsiasi tipo e brand di sigarette elettroniche sono vietate. Non portate in valigia questi dispositivi perché rischiate multe salatissime e addirittura 10 anni di galera. Le sigarette normali o il tabacco non sono illegali, tuttavia quasi dappertutto è illegale fumare. Prima di accendere una sigaretta guardatevi intorno o chiedete dove è adibita l’area fumatori. Gettare un mozzicone a terra vi costerà circa 60 euro di multa.

L’uso di sostanze stupefacenti

Nonostante la legge proibisca ogni tipo di droga, molto spesso vi si avvicineranno spacciatori per vendervi sostanze stupefacenti. Ovviamente, rifiutate sempre. L’uso o il possesso di sostanze stupefacenti vi costerebbe 10 anni di carcere. Pensate che se si viene accusati di spaccio, si rischia l’ergastolo e la pena capitale.

MAI offendere la famiglia reale

Non fatevi venire in mente la brillante idea di offendere o scherzare sulla famiglia reale. La famiglia reale ha un ruolo istituzionale, ma anche e soprattutto religioso. Offendere o solo scherzare sulla famiglia reale o sui dipinti e le opere dei reali vi regalerà un biglietto di sola andata per la galera e la pena di morte.

Non mancate di rispetto a Buddha

Il Tempio della grande reliquia, Ayutthaya, Tailandia cose non fare tailandia
Il Tempio della grande reliquia, Ayutthaya, Tailandia (pixabay)

I thailandesi credono nel buddhismo e tutto ciò che riguarda la loro religione è sacro. Mai mancare di rispetto a Buddha e/o ai monaci buddisti. Nei templi si entra sempre ben coperti, con abiti che non lasciano intravedere nulla e che coprono sempre spalle e gambe. Dovrete togliere le scarpe una volta entrati e vi potrete avvicinare a Buddha solo con una statuina in mano.

Mai rivolgere i piedi verso la statua di Buddha e ricordate che Buddha non è una decorazione, ma una statua sacra. Cercate di mostrare sempre rispetto nei confronti del culto buddista, non indossate magliette che rappresentano Buddha e, se avete tattoo raffiguranti Buddha, copriteli.

Non toccare i monaci buddhisti

Monaci buddisti che passeggiano in un Tempio, Tailandia (pixabay) cose non fare tailandia
Monaci buddisti che passeggiano in un Tempio, Thailandia (pixabay)

I tailandesi rispettano molto, farse esageratamente, i monaci buddisti. In tutti i mezzi di trasporto: aerei, treni e pullman e in tutti i locali e luoghi pubblici i monaci hanno il posto a sedere riservato. Non trattate i monaci come se fossero attrazioni turistiche. Inoltre, le donne sono considerate impure e come tali non devono toccare i monaci, ne tanto meno passar loro oggetti direttamente, ma se hanno la necessità di donare qualcosa ad un monaco devono chiedere ad un uomo di farlo o appoggiare l’oggetto su una superficie che funge da intermediario.

Non provate ad andare ad un Ping Pong Show

Il Ping Pong Show è un luogo malfamato e losco. Uno strip club in cui si cela una grande truffa: il mercato nero della prostituzione. Le ragazze che si esibiscono sono sfruttate dal locale e sarete voi a pagar loro da bere. Nonostante le bibite non costino molto, prima di poter uscire dal locale, state certi, avrete un conto salatissimo da pagare.

Parola d’ordine: contrattare

I thailandesi amano contrattare e se contratterete poco si offenderanno. Prima di iniziare la contrattazione, stabilite nella vostra mente il prezzo finale che volete ottenere e non scendete mai a meno della metà del suo valore iniziale.

Le truffe sono sempre dietro l’angolo

In Thailandia incontrerete persone che cercheranno di truffarvi. In generale, se avete voglia di un tour turistico ad hoc, rivolgetevi sempre ad agenzie specializzate e/o chiedete al personale del vostro albergo. Una delle truffe più comuni e forse la peggiore è quella del motoscafo d’acqua. Per pochissimi spiccioli potrete fare un giretto in mare di 15 minuti, quando tornerete a riva, vi chiederanno migliaia di euro perché secondo loro avete danneggiato la moto d’acqua.

Taxi o Tuk TUk?

Tuk Tuk, Thailandia (pixabay) cose non fare tailandia
Tuk Tuk, Thailandia (pixabay)

I Tuk Tuk sono fra le attrazioni turistiche più famose in Thailandia, ma hanno diversi svantaggi. Innanzitutto costano molto di più dei taxi, non danno alcuna garanzia di sicurezza e, con il traffico delle città, respirerete per la maggior parte del tempo smog. I taxi, invece, sono molto più affidabili, ma una volta entrati, controllate che sia acceso il tassametro e che a destra o a sinistra del cruscotto ci sia la foto dell’autista con i suoi dati. Se non c’è la scheda informativa del taxista, scendete. Non sapete con chi avete a che fare.

Non date la mano

In Thailandia ci si saluta facendo il gesto del wai, ovvero con le mani giunte. Nessuno si dà la mano e se la offrite nessun ricambierà e sarete guardati male. Dunque anche se accennato è opportuno fare sempre il gesto del wai per salutare qualcuno o anche per ringraziare.

Non salite sugli elefanti

In Thailandia potrete andare a spasso sul dorso di un elefante, sebbene lo sfruttamento degli elefanti sia proibito dalla legge. Vi consigliamo, per mettere fine a questa tortura, di non supportare in alcun modo queste attività. Se volete osservare da vicino uno di questi animali, rivolgetevi ad un centro di recupero per elefanti.

Gli elefanti in Thailandia (pixabay) cose non fare thailandia
Gli elefanti in Thailandia (pixabay)

Non visitate il Tiger Temple. Il Temple è famoso per ospitare delle tigri in cattività. Evitate di farlo perché non molto tempo da il Tiger Temple è stato chiuso perché le tigri venivano incatenate, maltrattate, drogate e vendute illegalmente. Di recente il Tiger Temple ha preso il nome di Wat Pha Luang Ta Bua per poter riaprire, evitatelo.

Un’altra attività da evitare è il Karen Village, il villaggio delle donne giraffa. Qui vedrete donne con degli anelli al collo, uno sopra l’altro. In realtà, non c’è niente di tailandese e tipico in tutto ciò. Il popolo dei Karen è un popolo di birmani emigrati in Tailandia alla fine degli anni 90. I Karen sono prigionieri del governo tailandese e sono stati trasformati in attrazione turistica. Qui, donne anziane, giovani e bambine sono obbligate ad indossare anelli color oro, deleteri alla loro salute fisica. Non c’è niente di bello nel vedere una bambina obbligata ad indossare degli anelli solo per essere un fenomeno da baraccone contro la sua volontà.

Ragazza Karen (unsplash) cose non fare thailandia
Ragazza Karen (unsplash)