Si può andare al mare? Apertura, green Pass e zona rossa: le regole del Decreto

Dal 26 aprile in molti vorrebbero andare al mare. Ma cosa dice il decreto Riaperture? E se con il Green Pass si arriva in una regione rossa si può andare al mare? Ecco cosa c’è da sapere

Non c’è una data di riapertura delle spiagge. Si può andare, ma occhio alla zona rossa

Nel Decreto riaperture non c’è nessuna voce riguardante gli stabilimenti balneari e le spiagge. E più di qualcuno si è domandato il perché di questa assenza. Dal dubbio alla polemica il passo è breve. Così diversi esponenti politici, anche di Governo, si sono chiesti ed hanno chiesto a Draghi: ma si può andare al mare? Le spiagge sono aperte?

Il ministro del Turismo Garavaglia appena poco tempo fa aveva parlato di quelle che saranno le regole per andare al mare in quest’estate 2021. In spiaggia e negli stabilimenti dovremo rispettare le norme di distanziamento a cui ormai siamo abituati.

Ma da quando si potrà andare al mare? Il fatto che non sia stato esplicitato ha creato confusione. E poi chi vuole prenotarsi una vacanza al mare si pone molte domande: se con il green pass arrivo in una zona rossa poi devo stare sempre in albergo o posso andare in spiaggia? Insomma, le domande sono tante. Ecco la situazione.

Quando si potrà andare in spiaggia: data apertura stabilimenti

La mancanza di riferimenti all’apertura delle spiagge nel Decreto del Governo si spiega facilmente: non c’è mai stata una chiusura delle spiagge, dunque non c’è niente da riaprire. A spiegarlo è il ministro del turismo Garavaglia che spazza il campo da interpretazioni sofisticate e da polemiche politiche.

Se finora non si è andati in spiaggia – al di là delle condizioni meteo che non lo consentivano – è che gli spostamenti erano vietati. Chi ha la fortuna di vivere sul mare è potuto andare a fare una passeggiata in spiaggia, al pari di chi vive in città ed è andato al parco a fare una passeggiata.

Dunque ora che la maggior parte delle regioni saranno in zona gialla, ora che il bel tempo arriva – e già questo weekend sarà quasi estivo – si potrà andare in spiaggia. Per il momento solo quella libera e rispettando le misure di prevenzione: mascherina (è infatti obbligatorio l’uso all’aperto), distanza e niente assembramenti.

Gli stabilimenti balneari potranno aprire invece dal 15 maggio, ma poi ogni Regione ha il suo calendario con la data di apertura. L’Emilia Romagna aprirà ad esempio dal 29 maggio. Per giugno tutta l’Italia balneare sarà comunque aperta.

Regione rossa e green pass: si può andare in spiaggia

Con l’avvicinarsi dell’estate si inizia a pensare alle proprie vacanze. Il Green Pass darà l’opportunità di muoversi anche fra regioni arancioni e rosse. Ma la domanda che molti si pongono in questo momento è: se prenoto le mie vacanze in una regione che poi diventa rossa posso comunque andare lì in spiaggia? La risposta è no. Se si entra in una zona rossa bisogna poi rispettare le regole previste da quella specifica fascia, dunque nessuna passeggiata in spiaggia.

Potrebbero però esserci delle deroghe per i vaccinati, sebbene ancora non ci sia nulla di ufficiale, ma solo delle ipotesi allo studio. Campo però minato visto che non si possono creare esclusioni fra vaccinati e non vaccinati- anche perché la campagna vaccinale procede a rilento non dando a tutti la possibilità di vaccinarsi.

L’augurio dunque è che l’estate faccia splendere il giallo – magari il bianco – su tutte le regioni e che la campagna vaccinale abbia un incremento sostanziale.

Previous articleMeteo, scoppia l’estate: fino a quando dura
Next articleDecreto riaperture: polemica sui centri commerciali
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.