Stasera in tv, King Arthur – Il potere della spada: trama e cast del film

Questa sera verrà trasmesso King Arthur – Il potere della spada: trama, curiosità e cast del film diretto da Guy Ritchie.

Il mito di Excalibur e della tavola rotonda sono alla base della cultura britannica e tracciano le origini del potere temporale britannico e della sua dinastia reale. La storia di Re Artù si fonde tra miti e leggende e nel corso dei secoli è stata modificata e reinterpretata in moltissimi modi. Anche la cinematografia mondiale non è rimasta esente dal fascino di questa storia e negli anni sono state presentate diverse versioni dello stesso mito, da differenti punti di vista.

Il primo film è il lungometraggio animato della Disney ‘La spada nella roccia‘ a cui segue il film in live action ‘Excalibur‘ e il più conosciuto e apprezzato ‘Il primo cavaliere’. Quest’ultimo è il primo che si concentra sulla parte finale della vita di Re Artù, quando Camelot ed il Regno di Albione sono già stati costruiti e il sovrano è anziano e stanco. Più che narrare le gesta di Artù, il film del ’95 narra l’amore tra Ginevra e Lancillotto, una storia che non fa parte dei racconti sulla leggenda arturiana, ma che nasce nel XII secolo in Francia. La sua notorietà si diffonde poi nel resto d’Europa anche grazia alla citazione di Dante nella Divina Commedia.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche ->Stasera in tv, Daydreamer – Le ali del sogno: anticipazioni del 14 aprile

King Arthur – Il potere della spada: trama e cast

Pur distaccandosi dal ciclo arturiano di Goffredo di Monmouth, ‘Il primo cavaliere’ rimane ad oggi il film sulle vicende arturiane più apprezzato e probabilmente meglio riuscito. Negli anni successivi sono approdati sul grande schermo ‘King Arthur‘ (2004) e ‘Last Knight’ (2015), ma non sono riusciti ad eguagliare né la qualità né il successo dell’illustre predecessore. Convinta della potenzialità enorme del più importante mito britannico, Warner ha deciso di affidare il successivo film su Re Artù al regista Guy Ritchie. Questo era già riuscito nel compito di ammodernare la figura di Sherlock Holmes con due film di grande impatto visivo e ritmo.

Leggi anche ->Stasera in tv Il Commissario Montalbano, trama e anticipazioni del 14 aprile

Per il nuovo progetto Ritchie ha richiesto uno dei suoi fedelissimi, Jude Law, a cui è stato affiancato un cast di tutto rispetto: Katie McGrath, Annabelle Wallis, Eric Bana, Aidan Gillen, Djimon Hounsou, Astrid Berges-Frisbey, Hermione Corfield, Mikael Persbrandt e Charlie Hunmann nei panni di Artù. Il regista ha deciso di riscrivere la storia del mito, presentandola da un punto di vista mai osservato prima e raccontando le origini del leggendario re e dunque il suo percorso di crescita emotivo. Ad una storia più incentrata sulla psicologia del personaggio, Guy Ritchie aggiunge il suo marchio di fabbrica con inquadrature spettacolari, effetti speciali ed un montaggio veloce che donano ritmo alla vicenda e agli scontri cappa e spada.

I puristi della storia originale, probabilmente non apprezzeranno i cambi effettuati per ammodernare la vicenda. Tuttavia, se abbandonate i preconcetti e vi allontanate dalla narrazione originale per vivere una riscrittura di un mito senza tempo, potreste godervi un film veloce, visivamente eccellente e tecnicamente perfetto. Le critiche ricevute, infatti, riguardano tutte la riscrittura della storia originale.