Genova, due ragazze suicide in una notte: una di loro ha solo 14 anni

Due ragazze giovanissime sono morte suicide questa notte a Genova: gli episodi non sembrano essere collegati, ma appare sempre più necessario l’intervento di psicoterapeuti per capire cosa stia accadendo.

Una terribile mattinata quella di oggi per la città di Genova, che si è svegliata ascoltando la notizia di un doppio suicidio avvenuto nella notte tra il 12 e il 13 aprile. Due ragazze si sono tolte la vita volontariamente, gettandosi dalle rispettive case. Per il momento si escludono collegamenti tra i due episodi, pressoché identici.

Due suicidi in una notte a Genova, cosa sta succedendo ai nostri ragazzi?

Le vittime sono due giovanissime ragazze: una 21enne, che poco prima dell’alba si è buttata nel cavedio del suo palazzo in corso Gastaldi, e una 14enne che verso le 3:00 del mattino si è lanciata fuori dalla sua camera da letto, in zona via Fillak. In entrambi i casi sono intervenuti i Vigili del Fuoco e i mezzi di soccorso del 118, ma entrambe le ragazze hanno perso la vita. Quanto è accaduto questa notte a Genova evidenza ulteriormente, in modo drammatico e intrascurabile, il malessere che tantissimi adolescenti e ragazzi stanno vivendo a causa della pandemia e dell’isolamento.

Potrebbe interessarti leggere anche —> Genova, 20enne molestata sull’autobus. Carabiniere: “Sei una bella ragazza”

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI!

Il Governo italiano sembra però trascurare, ancora, l’evidente problema. La salute mentale è importante tanto quanto quella fisica, se non di più, ma nessuno sembra essere interessato a fornire ai malati aiuti sostenibili durante la crisi della pandemia: psicologi e psicoterapeuti hanno tariffe insostenibili per la maggior parte dei cittadini, in particolare modo quelli che hanno sofferto della crisi economica. Allo stesso tempo il servizio pubblico e gratuito è spesso scadente e poco attento al singolo paziente, rivelandosi inadatto ad un percorso di terapia utile per superare i danni causati da questo ultimo anno e mezzo.