Donna chiede l’arresto del Principe Harry: “Ha promesso di sposarmi”

Una donna indiana ha lanciato una petizione e presentato una querela ai danni del Principe Harry per non aver rispettato la proposta di matrimonio.

Quello attuale è un momento durissimo per il Principe Harry di Windsor. Il reale britannico è da oltre un anno in lotta con la famiglia ed ha ufficialmente deciso di abbandonare i suoi privilegi e i suoi obblighi per vivere insieme alla moglie negli Stati Uniti. A questa difficile situazione familiare si è aggiunto negli ultimi giorni il dolore per la scomparsa del nonno, il principe Filippo. A distanza di un anno dalla partenza per gli Usa, il principe ha fatto ritorno in Gran Bretagna per partecipare ai funerali e stringersi nel lutto ai familiari.

Se tutto questo non bastasse, nelle ultime ore è emersa la petizione di una donna indiana che ne chiede l’arresto. Secondo quanto riferito nella petizione dalla donna, il principe Harry le avrebbe promesso di sposarla via email ma non ha mai mantenuto il proposito. A testimonianza delle sue affermazioni, questa ha pubblicato il testo delle mail che i due si sarebbero scambiati nei mesi scorsi.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche ->Principe Harry rappa la sigla del Principe di Bel Air e appare Meghan

Il principe Harry ha promesso un matrimonio ad una donna indiana?

La querelante ha anche specificato di aver inviato una lettera al Principe Carlo, prima di procedere con la denuncia, ma di non aver avuto alcuna risposta. L’assurda denuncia è stata esaminata da una corte indiana, ma la richiesta di arresto è stata prontamente rigettata perché non sussistono prove che dimostrino che questo scambio di e-mail sia avvenuto veramente con il principe Harry. La stessa querelante ha ammesso di non aver visto mai né di presenza né in video il presunto principe, dunque non è dimostrabile che la persona con cui ha parlato fosse davvero il reale britannico.

Leggi anche ->Principe Filippo, chi era il Duca di Edimburgo: luci e ombre nella sua vita

A tal proposito il giudice Arvind Singh Sangwan ha dichiarato: “E’ fatto noto a tutti che i contatti fake vengono creati su Facebook, Twitter etc… Dunque l’autenticità di questa conversazione non può essere provata davanti a questa corte”. Sulla questione poi ha aggiunto: “Io trovo che questa petizione non sia altro che il sogno ad occhi aperti di sposare il principe Harry. C’è la concreta possibilità che il sedicente principe Harry si trovi seduto in un cybercafé di un villaggio del Punjab”.