Federica Panicucci, l’appello per Denise Pipitone: “Fatelo anche voi”

Federica Panicucci è tornata a puntare i riflettori su Denise Pipitone, invitando fan e telespettatori a unire le forze per ritrovarla. 

Federica Panicucci ha preso molto a cuore il caso di Denise Pipitone. La seconda parte dell’ultima puntata di Pomeriggio Cinque, il programma di Canale 5 affidato alla sua conduzione, è stata dedicata agli ultimi risvolti sul caso della figlia di Piera Maggio, scomparsa ben diciassette anni fa a Mazara del Vallo. Con un accorato appello a far girare le locandine sulla bambina di allora, ormai – si spera – diventata una donna.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’iniziativa di Federica Panicucci per Denise Pipitone

Federica Panicucci ha rilanciato l’iniziativa anche sul suo profilo Instagram, dove ha appena pubblicato questo post: “Non smettiamo di cercare Denise Pipitone. Diffondete anche voi questo messaggio, facciamolo per Denise e per la sua mamma Piera Maggio che da 17 anni aspetta di riabbracciare la sua bambina. Facciamo rete tutti insieme💪🏼 @missingdenisepipitone #passaparola #denisepipitone #nonperdiamolasperanza“.

Leggi anche –> Denise Pipitone, spunta la nuova foto su Twitter: “E’ identica a lei”

Già ieri Federica Panicucci di fronte alle telecamere di Pomeriggio Cinque aveva fatto fatica a nascondere la sua commozione, e oggi è tornata a parlare delle indagini condotte in questi anni sul caso della piccola Denise Pipitone sottolineando che “Ci sono tantissime cose che non tornano, cose che non sono state approfondite”.

Leggi anche –> Denise Pipitone, le bugie di Olesya: “Ha mentito per diventare famosa”

E oggi, parlando sempre di Denise Pipitone, la conduttrice ha ammesso: “Secondo me il caso andrebbe riaperto. Con i mezzi scientifici che abbiamo oggi a disposizione si potrebbero aprire nuove tracce”. Sempre oggi è stato confermato che le foto mostrate in puntata – e diffuse su Twitter – con una bambina rom molto somigliante a Denise sono state scattate in realtà nel 2012 in Slovacchia e non sarebbero perciò collegabili alla scomparsa della bambina a Mazara del Vallo.

Denise Pipitone