Che fine ha fatto Fanny Cadeo? Cosa fa oggi l’ex velina di Striscia

Fanny Cadeo è stata una velina molto nota negli anni 90. Che fine ha fatto? Scopriamo di più su di lei tra carriera e vita privata.

Negli anni Novanta era molto nota ma possiamo dire che anche oggi il suo nome è decisamente conosciuto. Una donna solare e che aveva come tratto distintivo la su folta chioma.

L’abbiamo potuta vedere sul bancone di Striscia dal 1993 al 1994. Dopo questa prima esperienza non si è fermata ma anzi ha continuato ad apparire in diversi programmi. Scopriamo di più.

Fanny Cadeo: non solo attrice ma anche mamma energica

Dopo l’esperienza nel programma di Antonio Ricci è apparsa anche in alcuni show italiani all’estero come “Hola Raffaella“, condotto proprio dalla mitica Raffaella Carrà in Spagna. La Cadeo non si dedica solo al piccolo schermo ma appare anche al cinema. Il suo esordio arriva con il western “Trinità & Bambino…e adesso tocca a noi!”.

Leggi anche -> La fuggitiva: puntata 2 da urlo, cos’è successo e anticipazioni terza puntata

L’abbiamo vista anche in altre produzioni. “Gli inaffidabili” e “Croce e delizia” sono solo due dei tanti film ai quali ha preso parte. La carriera della Cadeo non si ferma qui perché ha anche recitato come comparsa in diverse serie televisive come “Un posto al sole” e “La Squadra”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Negli anni 2000 ha partecipato anche a “Stupido Hotel”, “Condominio”. Non solo tv e cinema ma anche tanto teatro. Nel 2006 sbarca nel cast della versione teatrale di “Sex in the City”.

Leggi anche -> Isola dei Famosi, la confessione choc in diretta: “Sono malato”, gelo in studio

Tra il 2011 e il 2016 ha avuto una relazione con l’imprenditore immobiliare Stefano Caviglia e dal loro amore è nata la figlia Carol. Ad oggi, infatti, la Cadeo non è solo una grande attrice ma è anche una mamma. Forse non tutti sanno che nella sua carriera c’è stato spazio anche per un lavoro come speaker radiofonica. La Cadeo è decisamente una donna molto talentuosa.