Rita Dalla Chiesa, polemica sul vaccino Astrazeneca a ‘Domenica In’

A ‘Domenica In’, Rita Dalla Chiesa dice la sua sul vaccino Astrazeneca ricevendo varie critiche sul web. Lei però chiude il caso.

Rita Dalla Chiesa parla del vaccino Astrazeneca
Rita Dalla Chiesa parla del vaccino Astrazeneca a domenica In Foto screenshot

Rita Dalla Chiesa, a ‘Domenica In‘, ha innescato una polemica a causa di una esternazione fatta in diretta nel salotto di Mara Venier. Argomento scottante era il vaccino Astrazeneca, sul conto del quale la ex conduttrice di ‘Forum’ ha espresso dei dubbi.

Leggi anche –> Nuove riaperture, incontro in settimana: quali settori ne beneficeranno

Il tutto in netta opposizione rispetto al parere fornito dalla comunità medico scientifica, che ha sottolineato come, su diversi milioni di dosi somministrate, siano state solo poche decine le reazioni registrate, con un terzo di queste – circa 20 – ad essersi rivelate fatali.

In più anche i vaccini Moderna e Pfizer hanno fatto riscontrare delle vittime, ed in particolari condizioni fisiche, con patologie in corso. La discussione in merito è continuata anche su Twitter, con Rita Dalla Chiesa che si è difesa sostenendo come fosse un suo diritto esprimere la propria opinione.

“Vedo che sono oggetto di attacchi qui su twitter perché mi sono permessa di dire quello che dicono tutti sull’Astrazeneca”. Inoltre ha precisato anche come non abbia scelto il vaccino da ricevere, specificando come, sul portale messo a disposizione della Regione Lazio, abbia potuto consultare un elenco delle strutture più vicine a casa.

Leggi anche –> Maurizio Colozza, addio al sindaco di Monticiano ucciso dal Covid

Rita Dalla Chiesa, lei respinge le critiche: “Senza senso”

“Mi sono prenotata e lì non somministravano l’Astrazeneca. Vi basta come chiarimento?”. Tutto questo per dire che comunque anche lei non è contraria al ritrovato concepito dalla azienda di biotecnologie anglo-svedese, in collaborazione con i ricercatori dell’Università di Oxford.

Leggi anche –> Vaccini e scuola: stop per i docenti che non hanno ricevuto la prima dose

Più in generale andrebbe tenuto a mente come qualsiasi farmaco può potenzialmente mostrare delle reazioni allergiche od avverse. Anche quelli più semplici. Il fatto che la cosa sia capitata con i vaccini anti virus attualmente a disposizione fa però più notizia, per ovvi motivi.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Si tratta di un qualcosa di molto più saliente dal punto di vista mediatico. E va anche sottolineato come la distribuzione degli stessi stia interessando milioni e milioni di persone in tutto il mondo, in un arco di tempo molto ristretto. Una circostanza insolita e che rappresenta una eccezione.