Stasera in tv: Non è l’Arena, anticipazioni della puntata dell’11 aprile

Temi interessanti stasera (11 aprile) a Non è l’arena. Massimo Giletti su Instagram promette: “faremo nomi e cognomi”.

Dopo lo stop pasquale dello scorso 4 aprile torna questa sera (domenica 11 aprile) Non è l’Arena, trasmissione serale di La7 che segue temi di attualità. Il programma, condotto da Massimo Giletti, andrà in onda dalle 20.30 (ma sarà possibile seguirlo anche in live streaming sul sito ufficiale).

Leggi anche -> Mauro Buschini, chi è il Presidente dimissionario del Consiglio Regionale del Lazio

Ieri Massimo Giletti aveva già annunciato su Instagram uno dei temi centrali della puntata di questa sera: l’uomo ha mostrato in una foto dei documenti, ritenuti fondamentali per il caso Concorsopoli. “Faranno molto parlare” ha anticipato il conduttore, “perchè questi sono i documenti del concorso dei miracoli avvenuto nel Lazio. Ci sono tutte le carte per scoprire cosa è successo davvero in questo concorso. Faremo nomi e cognomi e sveleremo le votazioni, che finora sono rimaste segrete”.

Questa sera

La puntata di oggi, così, si preannuncia piuttosto interessante. Lo scandalo Concorsopoli ha portato alle dimissioni dell’ex presidente del Consiglio regionale del Lazio Mauro Buschini. Proprio in queste ore, infatti, l’uomo ha scritto una lettera motivando la sua decisione ai consiglieri regionali. Nonostante il gesto, però, Buschini sembra sereno: “non vivo questa scelta come una resa, né come una azione dettata da impulsività sotto la pressione delle polemiche di questi giorni, ma come un atto di amore verso questa istituzione” ha spiegato. “Per aiutare a fare chiarezza e garantire prestigio al nostro consiglio ed al nostro lavoro. Sono certo che apprezzerete questo gesto, che ritengo giusto per chi rappresenta e vive le Istituzioni”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Nella seconda parte della puntata si tornerà a parlare di come il piano pandemico del nostro Paese non sia stato aggiornato. Anche in questo caso Non è l’arena mostrerà al pubblico immagini in esclusiva: non documenti, ma chat tra Ranieri Guerra (l’ex direttore generale dell’ufficio di Prevenzione del Ministero della Salute e direttore vicario dell’OMS) e Silvio Brusaferro (che al momento è indagato per falsa testimonianza nell’ambito delle indagini sul piano pandemico).