Matteo Garrone, chi è l’ex moglie Nunzia De Stefano: età, foto, carriera

Matteo Garrone è molto conosciuto come regista: in pochi però sanno che l’ex moglie, Nunzia De Stefano, fa lo stesso lavoro.

Matteo Garrone (famoso regista italiano) è stato a lungo sposato con la collega Nunzia De Stefano. I due a quanto pare si sono conosciuti a Scampia, proprio mentre Garrone era impegnato nelle riprese di uno dei suoi film più conosciuti, Gomorra. Matteo e Nunzia hanno anche avuto un figlio, Nicola, prima che il loro matrimonio finisse. Nonostante la separazione, però, i due dichiarano orgogliosamente di essere rimasti amici.

Il debutto nel mondo della regia

Parlando dell’ex marito, Nunzia De Stefano dice: “sul lavoro lui ha bisogno di me e io di lui”. Nonostante la separazione, sono rimasti in ottimi rapporti: così tanto, in effetti, che Matteo Garrone ha lavorato alla produzione del primo film che la ex moglie ha portato al Festival di Venezia.

Leggi anche -> Matteo Garrone, chi è: età, vita privata, carriera del regista romano

Nel 2019, Nunzia De Stefano ha debuttato come regista, portando la pellicola Nevia. Il film (che è stato descritto come “in parte autobiografico”) è uscito nelle sale cinematografiche italiane nel 2020. “Una parte della mia vita è in questa storia, ma alcuni eventi sono trasfigurati” ha raccontato la donna. “Ho cercato di mantenere un equilibrio. Raccontare e rappresentare sé stessi non è facile, così ho inserito nella trama figure reali come la zia, la nonna e Giulia, ma non tutto è vero. Ho voluto trasfigurare gli eventi perché ciò che mi interessava davvero era stare su Nevia. Tutto ciò che la circonda fa da sfondo”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La pellicola è profondamente femminista: come ha detto la De Stefano, il film racconta come al giorno d’oggi “la donna abbia la possibilità di mettersi in gioco, arrivare a qualcosa a cui prima non poteva aspirare. Oggi c’è un’indipendenza che prima non esisteva”. La regista, inoltre, spiega così la scelta di fare questo film: “l’ho fatto perché lo volevo fare, per seguire il mio cuore”. La donna ha dichiarato di avere molti progetti (tra cui, perchè no, anche una serie tv autobiografica). “Prima però devo fare 5 anni di psicanalisi”, ha scherzato.