Prete no vax, sconcerto a messa per vittima del virus: “Non vaccinatevi”

Un prete no vax ha creato indignazione e scompiglio in occasione di una commemorazione funebre. Il caro estinto era morto proprio per Covid.

Prete no vax
Prete no vax Foto dal web

Prete no vax, durante una messa in suffragio per la memoria di un uomo scomparso proprio a causa del virus, giunge da un ecclesiastico un invito a dir poco controverso. E che ha lasciato in tanti sbigottiti. “Non fate il vaccino, per coloro che hanno fede basta la protezione di Dio”.

Leggi anche –> Focolaio in ospedale, infermiere no vax infetta 9 pazienti

Il prete no vax ha parlato a Macerata nel pomeriggio di lunedì 5 aprile 2021, giorno di Pasquetta. Ai presenti che avevano preso posto in chiesa, il religioso aveva illustrato una vera e propria invettiva. La vicenda è narrata da Cronache Maceratesi, che ha contattato la figlia del caro estinto.

La donna ribadisce come non conoscesse il parrocchiano della chiesa del Sacro Cuore, dove è avvenuta la celebrazione. Di colpo questo personaggio ha fatto riferimento ad alterazioni nella struttura del Dna di chi ha scelto di sottoporsi a vaccino.

Leggi anche –> Messa clandestina, prete ‘stuntman’ finge incidente poi picchia tutti VIDEO

E poi ha parlato dei dati ufficiali che riguardano la lotta al virus che sta avvenendo alle isole Seychelles e di come la Tachipirina sia “l’arma migliore per contrastare questa malattia”. Tra una informazione e l’altra, il prete no vax se n’è uscito con dei frequenti e sonori “non sottoponetevi al vaccino, Dio è la vostra più grande protezione”.

Leggi anche –> Zona arancione, cinque regioni scendono al rischio intermedio

Prete no vax, proteste contro di lui: “Come può un parroco dire questo?”

Dopo avere sentito ciò, la figlia del defunto ricordato in questo appuntamento religioso dice che, giustamente, alcuni dei presenti hanno contestato la condotta del parroco. E lei stessa ha abbandonato la commemorazione, in totale disaccordo con quanto ascoltato dal prete in questione.

Leggi anche –> Aperture 2 giugno, Draghi favorevole ma ad una sola condizione

A suo dire è inaccettabile che una persona che fa da punto di riferimento della comunità si metta a diffondere idee fuorvianti, retrograde e pericolose alle quali i soggetti più fragili potrebbero credere facilmente. “Fare della propaganda di stampo politico vestendo i panni del religioso è inaccettabile”.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

E non è tutto. Infatti alla messa il suddetto parroco non avrebbe provveduto a fare rispettare il distanziamento fisico né a fare indossare le mascherine o ad installare colonnine eroganti gel igienizzante.

Foto dal web