Marco Bocci, la malattia gravissima stava per ucciderlo: cosa è successo

Tre anni fa l’attore Marco Bocci è stato colpito da un herpes cerebrale che gli ha causato gravissimi problemi di salute

Marco Bocci

L’attore Marco Bocci, nome d’arte d Marco Bocciolini (1978), è noto soprattutto per avere recitato la parte del commissario Scialoja nella serie televisiva Romanzo Criminale, e quella del vicequestore in Squadra antimafia. Tuttavia, forse non tutti sanno che Bocci era finito sotto i riflettori qualche anno fa per una bruttissima malattia che lo aveva colpito inaspettatamente. Nel 2018, infatti, l’attore aveva avuto un brutto herpes cerebrale: un’infezione molto grave che aveva debilitato sia la sua memoria che il suo uso della parola. Questo herpes generalmente parte dalle labbra per poi spostarsi, tramite il nervo olfattivo, al cervello. È un’infezione che può portare a danni ingenti e addirittura permanenti se non trovata in tempo. Addirittura, il 70% dei casi arriva addirittura alla morte.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Denise Pipitone, il testimone in lacrime in tv: “L’ho vista, era incappucciata”

Marco Bocci ricorda quel difficile periodo

Marco Bocci è andato ospite a Verissimo, programma televisivo in onda su Canale 5 e condotto da Silvia Toffanin. Durante la sua intervista, l’attore ha ricordato quel buio periodo della sua vita con cruda onestà. “Quando sei stanco non hai difese immunitarie e il tuo corpo non riesce a proteggersi come dovrebbe. A me è successo di pensare di avere una sciocchezza, un semplice herpes e invece lo stesso herpes non si è fermato alle labbra, ma è andato fino al cervello“.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Padre Natura, chi è la fidanzata di Terrance Hay: Carolyn Jannice Brophy

Marco Bocci ha continuato raccontando di aver scoperto di avere un herpes cerebrale dopo aver fatto un incidente automobilistico in Umbria. “Il terribile incidente ha reso possibile l’accertamento e la diagnosi, herpes al cervello, che altrimenti avrebbe avuto un corso dall’esito irreversibile”. Dopo la scoperta, l’attore è stato subito operato, rimanendo incosciente per qualche giorno. Una volta risvegliatosi, non ricordava più alcune cose e aveva perso l’uso della parola. Fortunatamente, il recupero è stato sbalorditivo.

Marco Bocci