Gianni Morandi, il dramma dopo le ustioni non è finito: cosa lo aspetta ora

Gianni Morandi è tornato a casa solo da pochi giorni dopo essere stato dimesso dal Centro Grandi Ustionati di Cesena, ecco cosa succederà ora

Gianni Morandi

Sono passati solamente tre giorni da quando Gianni Morandi, l’eterno ragazzo di Monghidoro, è stato dimesso dal Centro Grandi Ustionati di Cenesa, ospedale Bufalini. Da quel giorno il cantante non ha fatto altro che ringraziare tutta l’equipe medica che, dallo scorso 11 marzo, gli ha dedicato tutte le cure possibili e immaginabili. Morandi era finito in ospedale dopo un incidente nel terreno vicino casa sua: stava bruciando delle sterpaglie ed è caduto nella pira. Questo gli ha causato ustioni gravi sia sulle braccia che gambe. Una volta tornato a casa, Morandi ha festeggiato come ha potuto: bevendo un bicchiere di buon vino rosso! Come lui stesso ha scritto in un post pubblicato sui suoi social, era più di un mese che non ne beveva.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Marco Bocci, la malattia gravissima stava per ucciderlo: cosa è successo

Gianni Morandi dovrà fare un sacco di lavoro

Quest’oggi Gianni Morandi ha spiegato a tutti i suoi fan cosa lo aspetta per il futuro e di una cosa siamo certi: non sarà un percorso semplice. Il cantante, in un post su Facebook, ha scritto: “A piccoli passi sto tornando a una vita normale. Mi aiuta Anna, mia moglie, mi aiutano le giornate primaverili, la natura, la musica e la consapevolezza di aver avuto un grave incidente ma di averla scampata bella, ho rischiato conseguenze ben più gravi ma qualcuno dal cielo mi ha messo una mano sulla testa. Mi ritengo veramente fortunato.
Adesso dovrò affrontare la battaglia per recuperare l’uso della mano destra che è stata gravemente danneggiata, ci vorrà molto tempo, spero di farcela”. 

Potrebbe interessarti leggere anche –> Denise Pipitone, il testimone in lacrime in tv: “L’ho vista, era incappucciata”

Anche questa volta Gianni Morandi non ha perso l’occasione non solo per ringraziare tutto lo staff ospedaliero che gli è stato accanto, ma anche per dimostrare nuovamente il suo inguaribile ottimismo. “Grazie a tutte le persone che mi hanno dato forza e mi hanno riempito di affetto con messaggi, lettere, telegrammi, regali, fiori e grazie alla grande squadra di medici, infermieri, operatori sanitari del Centro Ustioni dell’ospedale ‘Bufalini’ di Cesena che mi hanno assistito e curato in maniera encomiabile. Viva la vita!

Gianni Morandi dimesso casa