Cindy Vela, il caso “più abominevole” di Vite al limite: cosa è successo

L’episodio di Cindy Vela è stato uno dei più discussi di Vite al limite: la donna pesava quasi 300kg e non riusciva a muoversi da sola.

Cindy Vela è arrivata nella clinica del dottor Nowzaradan nel 2015, accompagnata dalla badante Denise e dalla troupe di Vite al limite. Il programma segue per un anno la vita di persone patologicamente obese che chiedono aiuto per poter perdere peso: aiutati da un team di esperti (come nutrizionisti, dottori e personal trainers), i partecipanti di Vite al limite dovranno dimagrire abbastanza da potersi sottoporre alla tanto agognata sleeve gastrectomy.

Leggi anche -> Vite al limite, la notizia gela tutti: Melissa Marescot sta morendo

Nonostante l’episodio di Cindy Vela sia andato in onda ormai 6 anni fa, della sua protagonista si discute ancora molto. Dopo essere comparsa nel programma, infatti, Cindy ha ricevuto molte critiche dal web: alcuni giornalisti americani hanno chiamto la donna “il caso più abominevole di Nowzaradan” per via di un suo gesto a metà dell’episodio.

Cosa è successo

L’unica cosa che si chiede ai partecipanti di Vite al limite è un impegno costante. Cindy Vela, al suo arrivo al programma, era coccolata (e viziata) dalla badante Denise, individuata subito come parte del problema. Denise, infatti, preparava tutti i pasti di Cindy ed era fermamente convinta che la dieta fornitale dai dottori fosse poco salutare. Per poter migliorare il suo stile di vita più velocemente, dopo aver incontrato il dottor Nowzaradan Cindy ha deciso di affidarsi invece alle cure dell’amica Sandy.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Nonostante la voglia di fare iniziale, però, Cindy non si è adattata bene alle diete ed agli esercizi che le sono stati consigliati. La donna si è lamentata durante tutto l’episodio delle scarse quantità di cibo ricevute, quasi senza rendersi conto di pesare quasi 300kg. Lasciata da sola da Sandy, che voleva mostrarle quanto il suo peso le rendesse la vita difficile, Cindy Vela è arrivata a fare i suoi bisogni sul pavimento di casa (guadagnandosi così il titolo di “caso più abominevole”).