I The Show denunciati per uno scherzo, cosa è successo davvero VIDEO

Gli youtuber di The Show sono stati accusati di usurpazione di titolo, ma respingono ogni addebito al mittente: “Quello che avete letto non è accaduto realmente”.

Da giorni ormai i The Show sono al centro di una bufera mediatica dopo essersi travestiti da assistenti civici del Comune di Milano per uno dei loro scherzi. Prima le riprese della candid camera, poi la denuncia per usurpazione di titolo. Sabato pomeriggio, dopo essere finiti su tutti i giornali, gli youtuber hanno deciso di mettere i puntini sulle “i”.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

La difesa degli youtuber di The Show

Attraverso un video sul loro seguitissimo canale, Alessio Stigliano e Alessandro Tenace, entrambi 29enni, si sono rivolti direttamente al pubblico del web spiegando che “quello che avete letto non è quello che è accaduto realmente, è la versione dei fatti di questa persona”, vale a dire il negoziante protagonista della candid camera. E ancora: “Non abbiamo mai fatto quello che viene descritto in quegli articoli. Leggendo quegli articoli e leggendo quelle ricostruzioni ci si fa un’idea sbagliata di noi”.

Leggi anche –> Chi è Alessio Stigliano dei TheShow: età, carriera, vita privata dello youtuber

“Siamo dei professionisti dello scherzo – hanno continuato i The Show -. Noi non lasciamo nulla al caso. Noi progettiamo tutto nei minimi particolari. Soprattutto non mettiamo in pericolo la vita o la salute delle persone coinvolte nei nostri sketch”. Quindi “ci hanno fatto male alcune dichiarazioni che hanno messo in dubbio le modalità con cui usiamo lo spazio che abbiamo costruito sul web. Questo ci ha fatto rimanere male perché in realtà sono anni che utilizziamo questo spazio non solo per intrattenere ma anche per lanciare messaggi positivi. In un modo particolare”.

Leggi anche –> MurielXo, chi è l’influencer youtuber: età, foto, vita privata, social, video