Covid arriva la conferma: solo uno su mille viene contagiato in spazi aperti

Uno studio portato avanti da ricercatori irlandesi ha dimostrato come solo una persona su mille venga contagiata dal Covid-19 all’aperto

Covid

I contagi di Covid-19 continuano a essere molto alti un po’ in tutto il mondo, ma dove avviene maggiormente l’infezione? Secondo uno studio portato avanti da dei ricercatori irlandesi del Health Protection Surveillance Centre (HPSC), solo lo 0,1% dei casi totali in Irlanda sono riconducibili ad attività all’esterno. Questo è un numero davvero infinitesimale, ma a cosa corrisponde effettivamente? Vuol dire che solo “uno su mille ce la fa” a venire infettato all’aperto, mentre tutti gli altri contraggono il Coronavirus al chiuso. Dall’inizio della pandemia nel 2020 fino al 24 marzo 2021 i dati rilevano che, in Irlanda, ci sono stati 232.164 casi di Sars-CoV-2, di cui solo 262 avevano contratto il virus all’aperto. Di questi 262 casi, 124 erano legati al lavoro nei cantieri, 131 ad attività sportive, e gli altri 7 ad altre attività.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Morta a 58 anni la mamma di Calcutta: uccisa da un mal di testa 

Cosa dicono altri studi riguardo il Covid

Questa non è la prima volta che degli studi dimostrano come il numero di contagi all’aperto sia veramente bassissimo. Ad esempio, uno studio portato avanti in Cina aveva tenuto conto di 1.245 soggetti contagiati e aveva visto come solo 3 persone avevano contratto il virus all’esterno. Nello specifico, una persona positiva aveva contagiato altri due soggetti chiacchierando per strada senza mascherina. Anche l’Istituto Superiore di Sanità in Italia riporta che la maggior parte dei contagi (circa l’80%) avvengono in case, uffici e sui mezzi pubblici. Ciò dimostra che i veri luoghi pericolosi sono quelli al chiuso, più che quelli all’aperto.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Vaccino AstraZeneca: EMA conferma il rischio trombosi

Visto che i rischi di prendere il Covid all’aperto sono davvero minimi, è giusto continuare a sconsigliare alle persone di visitare luoghi all’aperto? Ecco la risposta del virologo Fabrizio Pregliasco: “È indubbio che i contagi avvengono per lo più al chiuso ma arrivati a questo punto della pandemia indossare la mascherina sempre è da considerarsi un’abitudine sociale, un fatto educativo, uno stile che garantisce uno standard alto di attenzione. Ci consideriamo tutti potenzialmente infetti e con la mascherina garantiamo la protezione agli altri“.

Covid