Cosa succede se Olesya Rostova è davvero Denise Pipitone: gli scenari possibili

Da giorni si parla della possibilità che Olesya Rostova sia in realtà Denise Pipitone: cosa accadrebbe se fosse davvero la ragazza scomparsa?

Da qualche giorno a questa parte si parla della possibilità che la 20enne Olesya Rostova possa essere Denise Pipitone. La ragazza corrisponde al profilo ed il suo aspetto ricorda quello della bambina scomparsa anni fa in Sicilia. Inoltre Olesya ha mostrato di avere una voglia che sembra uguale a quella che aveva la piccola. Anche la storia che la giovane ha raccontato alla tv russa coincide con quella della bimba scomparsa: questa ha infatti raccontato di essere stata rapita da piccola e di essersi ritrovata in un campo rom.

Inizialmente era stata affidata ad una donna, la quale si è scoperto presto che non era sua madre. A quel punto la piccola è stata portata in un orfanotrofio. Desiderosa di conoscere l’identità dei suoi genitori, la 20enne Olesya si è affidata agli avvocati e alla tv russa. Proprio da questa sua ricerca è emersa l’idea che in realtà si possa trattare di Denise. Oggi, in diretta televisiva sulla tv russa, si scoprirà se il test del dna ha confermato che Olesya è Denise. Al programma prenderà parte anche l’avvocato di Piera Maggio (madre della bimba scomparsa), il quale ha chiesto e ottenuto di conoscere i risultati del test prima di partecipare.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche ->Denise Pipitone e Olesya, spunta un’altra coincidenza da brividi

Cosa succede se Olesya Rostova è Denise?

Il fatto che il legale partecipi alla trasmissione significa che il test ha confermato che si tratta di Denise? A rigor di logica sarebbe plausibile, ma non si può essere sicuri fino a quando la trasmissione non darà la notizia. Possibile, infatti, che il legale partecipi per sfruttare la visibilità ottenuta dalla storia di Olesya e cercare di smuovere le acque nel caso Denise si trovi in Russia.

Leggi anche ->Olesya Rostova, comparato Dna: c’è una novità importante

Ma cosa succederebbe se Olesya fosse davvero Denise? In primo luogo i risultati del test del DNA verrebbero mandati alla procura di Marsala, quella che in tutti questi anni si è occupata delle ricerche. A quel punto verrebbe chiuso il caso e con ogni probabilità Olesya farebbe la conoscenza della sua madre naturale. Possibile anche che gli investigatori italiani vogliano ascoltare la ragazza, per capire se ricorda chi l’ha rapita e gli spostamenti fatti prima di giungere in Russia.