Concorsopoli Regione Lazio, arrivano dimissioni eccellenti

Concorsopoli in Regione Lazio, si dimette il presidente del consiglio Buschini: “Assunzioni regolari ma lascio per trasparenza”

Concorso Agenzia delle Entrate
Concorso

E’ stata ribattezzata la concorsopoli della Regione Lazio. Si tratta dell’istruttoria di Fdi su alcune assunzioni. In particolare, il caso riguarda un bando per dipendenti pubblici del comune di Allumiere, territorio di 3.800 abitanti in provincia di Roma. La questione è che dall’elenco di idonei del bando, il Consiglio regionale del Lazio e il comune di Guidonia hanno pescato 24 assunzioni definitive. Queste hanno premiato, in gran parte, collaboratori fiduciari dei consiglieri regionali Pd, ma anche di Lega e M5s, militanti e addirittura un consigliere capitolino. Tra questi pure due collaboratori di Buschini, che oggi ha lasciato l’incarico.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Concorsopoli Lazio, si dimette il presidente del consiglio

Da questa vicenda sono arrivate nelle ultime ore le dimissioni eccellenti del presidente del consiglio regionale Mauro Buschini che in una lettera ai consiglieri spiega: “Negli ultimi giorni si è discusso, soprattutto sugli organi di informazione, delle deliberazioni dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale in materia di personale, che ha portato all’assunzione di nuovi dipendenti nel nostro ente, attraverso lo scorrimento di graduatorie provenienti da concorsi svolti dai comuni. Una procedura che ha rispettato nel suo percorso le norme nella loro interezza“. Il presidente aveva anche proposto l’istituzione di una Commissione di trasparenza presieduta da un elemento dell’opposizione e preposta per occuparsi di vari temi che necessitano di approfondimenti in tema di trasparenza, tra cui le assunzioni dei dipendenti. La scelta di Bruschini è dettata dalla necessità di fare chiarezza in modo trasparente lasciando che l’istruttoria vada avanti con una commissione libera da condizionamenti eventuali.

Leggi anche > Che fine ha fatto Maurizio Seymandi

In merito al nocciolo della vicenda che ha portato, poi, alle dimissioni del presidente del consiglio regionale, la normativa permette di pescare dall’ultima procedura conclusa da altri enti pubblici ricadenti nel territorio di competenza.

Leggi anche > Berlusconi, altro colpo di scena

maestra negazionista Treviso
Foto dal web