Che fine hanno fatto i Trettré? Cosa fanno oggi i tre comici napoletani

I Trettré erano un gruppo comico napoletano che spopolava negli anni ’80 e ’90. Scopriamo che fine hanno fatto e qualche curiosità.

Tra gli anni Ottanta e Novanta il loro nome era sulla bocca di tutti. Il gruppo era composto da Gino Cogliandro, Mirko Setaro ed Edoardo Romano.

La loro carriera fece un salto di qualità grazie a un incontro molto fortunato. I Trettré fecero colpo su un giovane regista: Antonio Ricci. Fortuna vuole che l’uomo lavorasse per le televisioni di uno degli imprenditori più potenti dell’epoca, Silvio Berlusconi.

I Trettré: ecco tutto quello che c’è da sapere su di loro

Ricci era stato incaricato di creare una trasmissione televisivi con molti comici. Con la nascita di “Drive In” su Italia 1, la popolarità dei Trettré esplose. Già dall’inizio del programma riuscirono a spiccare tra gli altri comici. Tanti giochi di parole e l’uso dei numero tormentoni televisivi sono diventati il loro marchio distintivo.

Leggi anche -> Svegliati amore mio, scoppia il caos a Taranto: “Vietato condividere”

Il loro modo di fare comicità li fece notare anche da Paolo Villaggio. Il trio e il grande comico lavorarono insieme su Rai Uno e a vari programmi televisivi. I Trettré riuscirono anche a condurre un programma tutto loro. L’opportunità venne concessa da Canale 5 che mandò in onda “Il tg delle vacanze“.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Dopo anni sulla cresta dell’onda arrivò anche il declino. Verso la fine del 2000, il trio decise di sciogliersi. Dove sono finiti i componenti? Mirko Setaro lavora a Milano e collabora con Mediaset come autore. Gino Cogliandro si è dedicato per qualche tempo alla tv lavorando a Forum, ma poi è passato al teatro. Come gli altri due, anche Edoardo Romano continua a fare l’attore.

Leggi anche -> Padova, la lieta notizia: bimbo di due anni si chiude in stanza, salvato

L’ultima esibizione del trio risale al 2013. Chissà se ce ne sarà un’altra? Una piccola curiosità che riguarda il gruppo di comici riguarda la loro formazione. Prima che arrivasse Cogliandro, al suo posto c’era Beppe Vessicchio. Il maestro aveva formato con gli altri due componenti i Rottambuli. Chissà cosa sarebbe successe se fosse rimasto con loro.