Bernabò Bocca, chi è l’imprenditore: età, carriera, vita privata

Scopriamo insieme qualcosa di più su chi sia l’imprenditore torinese e presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca

Bernabò Bocca

Nato a Torino nel 1963, Bernabò Bocca si diploma in Economia alla scuola di Amministrazione Aziendale della sua città natale. Successivamente, all’inizio degli anni Ottanta, diventa assistente del presidente della catena alberghiera fondata dal padre Ernesto a Firenze nel 1958, la Sina Hotels. Fa presto carriera, diventandone nel 1985 direttore generale, nel 1989 vicepresidente e dal 1990 presidente, con la sorella Matilde come vicepresidente. la catena alberghiera consta 11 edifici in diverse città d’Italia: Milano, Romano Canavese, Roma, Venezia, Perugia, Firenze, Parma, Viareggio e Capri. Dal 2000 è  presidente di Federalberghi e, nel 2007, ha sposato con Benedetta Geronzi, figlia del banchiere Cesare Geronzi e insieme hanno avuto due figli.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Vittorio Sgarbi come sta adesso dopo l’annuncio del grave tumore

Bernabò Bocca e i ristoratori di #IOAPRO

Il 2 aprile Bernabò Bocca è stato tra gli ospiti del programma televisivo di La7 Piazzapulita. Il presidente di Federalberghi era in collegamento dalla sua casa di Firenze e si è espresso in merito alle manifestazioni dei ristoratori che hanno aderito alla campagna #IOAPRO. Bocca ha voluto porre l’accento sul fatto che l’intera categoria sta vivendo un periodo molto difficile da ben più di un anno e tutte le restrizioni del governo stanno gravando ulteriormente su di loro.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Giulia Schiff, chi è l’allieva dall’Accademia Aeronautica espulsa nel 2018

Bernabò Bocca ha parlato veramente molto schiettamente: “Chi prende uno stipendio garantito tutti i mesi non può capire la disperazione di queste persone. Perché la disperazione di quei ristoratori è la stessa che hanno gli albergatori italiani, gente che sta fallendo. Questo è il problema: le aziende stanno fallendo, aziende che non apriranno mai più, dipendenti che sono in mezzo alla strada. La situazione è drammatica! Se noi andiamo a raccontare a questi signori che forse a luglio si parlerà di passaporto vaccinale, ma come ci arrivano queste persone a luglio?

Bernabò Bocca