Atalanta, Gosens rivela: “Ronaldo rifiutò di darmi la maglia”

Rivelazione shock dell’esterno Gosens: “Dopo Juve-Atalanta Ronaldo ha rifiutato di darmi la maglia, mi sono vergognato”

Troppo spesso dai campioni del calcio di oggi ci si aspetta sempre qualcosa che va oltre quelle che sono le loro intenzioni, i loro comportamenti. E’ il caso della testimonianza rilasciata nella sua autobiografia dall’esterno sinistro dell’Atalanta Robin Gosens. Il giocatore sognava di avere la maglia del suo idolo da bambino, Cristiano Ronaldo, e quando lo ha affrontato in Italia non ha perso l’occasione per chiedere il prezioso cimelio. Tuttavia, la risposta è stata raggelante, non attesa da parte di un campione: “Dopo la partita contro la Juve ho cercato di realizzare il mio sogno da bambino ovvero avere la maglia di Cristiano Ronaldo. Così, dopo il fischio finale mi sono avvicinato senza andare nemmeno dal nostro pubblico per festeggiare. ‘Cristiano, posso avere la tua maglietta?’ è stata la mia domanda ma lui mi ha risposto con un secco ‘No’ e non mi ha nemmeno guardato. Ero completamente arrossito e mi sono vergognato. Sono scappato via, mi sentivo piccolo piccolo”. 

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Ronaldo e la maglia negata

Un gesto che ha provocato una reazione poco felice nell’esterno bergamasco che sottolinea così quello che ha provato: “Hai presente quando speri che nessuno ti abbia notato e vorresti sparire? Ecco, mi sono sentito così”. Non è la prima volta che uomini divenuti famosi per una qualche abilità personale in un campo specifico, in un modo o nell’altro deludono i loro sostenitori.

Leggi anche > Milan, Ibra verso il rinnovo

Accade soprattutto oggi in settori come il calcio che regala guadagni facili anche ad atleti che non sono proprio dei campioni. Probabilmente questo mondo dovrebbe tornare ad essere più uno sport, ma è difficile, se non impossibile, tornare indietro.

Leggi anche > Juve, l’ombra di Allegri su Pirlo

Cristiano Ronaldo Capello
Getty Images