Alba Parietti, “bacio tra una transgender e una donna etero (o forse no )”

Mentre la Commissione Giustizia del Senato rinvia l’esame del disegno di legge contro transomofobia, Alba Parietti parla online ai suoi followers.

Nell’ultimo periodo si sta discutendo molto della decisione della Commissione Giustizia del Senato di rinviare l’esame del disegno di legge contro omotransfobia e misoginia (approvato dalla camera nel novembre 2020). Diverse reazioni e critiche sono arrivate da molti, comprese alcune star: a parlarne per primi sono stati Elodie e Fedez. Oggi anche Alba Parietti ha deciso di dire la sua.

Il post di Alba Parietti

“Legge contro la transfobia: non c’è dubbio che io e Vlady [Vladimir Luxuria] abbiamo davvero precorso i tempi. Correva l’anno 2006 e io e Vlady abbiamo raccontato con un bacio tra una transgender e una donna etero (o forse no) che tutto ciò che è dimostrazione di amore, di affetto, non può essere mai giudicato né condannato”: così inizia il post di Instagram di Alba Parietti. La donna ha infatti pubblicato una foto che risale ormai a 15 anni fa di lei e Vladimir Luxuria mentre si scambiano un bacio simbolico.

Leggi anche -> Rachel Levine, ecco chi è la prima sottosegretaria alla Salute transgender

“Perché amare è un diritto” continua il post, “ed è un diritto scegliere in ogni momento chi amare o con chi andare a letto, senza passare il vaglio dei benpensanti e senza distinzione di genere, sesso, razza o orientamento sessuale. Perché questo non deve più fare male a nessuno. Io e Vlady siamo come sorelle di un unico padre, che è stato Don Andrea Gallo. Lui sapeva accogliere, comprendere ed ascoltare”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

In effetti, Don Gallo è stato un presbitero genovese che più di una volta si è unito a campagne contro l’omofobia. Nel 2013 Gallo aveva anche rilasciato un’intervista a la Zanzara, dichiarando che secondo lui “un Papa omosessuale sarebbe grande”. “La parità dei figli di Dio è l’essenza del Vangelo, siamo tutti figli e figlie di Dio” aveva poi spiegato l’uomo. Don Andrea Gallo aveva fatto parlare di sè anche quando, davanti ad una lettera da parte di un ragazzino omosessuale, aveva risposto: “pregherò perché tu trovi l’amore”.