Selen, chi è il primo marito Fabio Albonetti: perché finì la loro storia

Scopriamo chi è il primo marito di Selen e perché è finita la loro storia: carriera e vita privata di Fabio Albonetti.

Luce Caponegro, in arte Selen, ha lasciato un segno indelebile nell’industria pornografica e ancora oggi, 21 dopo il suo ritiro dalle scene, il suo nome è noto a tutti, anche chi della sua filmografia hard non ha visto una singola scena. Il ritiro è avvenuto nel 2000, dopo aver girato il film Millennium, e dopo il debutto nel cinema tradizionale, in cui ha girato qualche film nei primi anni del 2000, Luce si è dedicata alla cura dell’estetica e del corpo femminile aprendo un centro estetico a Ravenna.

La sua vita è diventata la sua famiglia, i figli Kangi Albonetti, frutto del primo matrimonio con il produttore di film hard Fabio Albonetti, e Gabriele Zanone, figlio 15enne frutto dell’amore con il secondo marito Nicola. Dopo quell’ultima delusione d’amore, Selen non si è più risposata e da qualche tempo a questa parte ha proprio chiuso con le frequentazioni con gli uomini, almeno finché non arriverà qualcuno che le farà battere nuovamente il cuore. L’uomo di casa, al momento, è proprio il figlio Gabriele. Il suo amore, invece, è diviso tra i due figli e la piccola Miele, prima nipotina e figlia del suo primogenito.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche ->Selen, chi è l’ex marito Antonio Putortì: si sono lasciati dopo un anno

Fabio Albonetti, chi è il primo marito di Selen

Come già anticipato, il primo marito di Luce è stato Fabio Albonetti, produttore della Oltre Censura, la casa di produzione di film hard che ha curato la carriera nell’industria per adulti di Selen. Il lavoro dell’uomo è stato per anni quello di gestire la carriera della moglie, di scegliere quale film girare, quando farlo e quando invece farla riposare per far sì che la sua prossima uscita divenisse un cult come le altre.

Leggi anche ->Selen, chi è l’ex pornostar: età, foto, carriera, figli, cosa fa adesso

Fu lui stesso, in un’intervista concessa a Repubblica nel 1994, che spiegò il motivo di questa strategia: “Il segreto vedi è non svendere il prodotto, io a Selen le faccio fare un film all’ anno, una trentina di spettacoli, tre o quattro tivù, un telefono erotico e basta. L’ ho anche tenuta ferma due anni per non inflazionarla sennò mi finisce come Moana o Milly che hanno in giro migliaia di cassette e ogni segaiolo c’ ha in casa un pacco così di orgasmi”. Il perché la loro relazione sia finita non è cosa nota, ma si sa che quel divorzio è stata la prima grande delusione d’amore di Selen.