Campania ancora in zona rossa, ma De Luca fissa una data

Il governatore della Campania: “Molti contagi, ma le terapie intensive non sono piene” Allarme per i giovani: “Colpiti dalla variante inglese”

De Luca zona rossa Campania
Vincenzo De Luca zona rossa Campania Foto dal web

La Campania verso la conferma della zona rossa per altri 15 giorni. Fino a ieri sembrava si dovesse tornare in zona arancione ma nelle ultime 24 ore qualcosa è cambiato. Tuttavia, il governatore Vincenzo De Luca ha manifestato ottimismo per i prossimi mesi durante il suo consueto appuntamento del venerdì pomeriggio con la diretta facebook: “Dobbiamo cominciare ad entrare in uno stato d’animo diverso e proiettarci anche psicologicamente verso il futuro e pensare a quale potrà essere la nostra vita tra tre quattro mesi. Abbiamo in Campania una situazione di contagi superiore, ma abbiamo due dati che devono confortarci, perché collocano la nostra regione in una posizione importante, direi quasi all’avanguardia in Italia. Abbiamo un numero di terapie intensive occupate di 160, cioè abbiamo la metà di terapie intensive occupate rispetto a regioni che sono magari in zona arancione”.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Campania, De Luca guarda all’autunno

Poi si sofferma sul secondo dato che definisce importante e che fa guardare con ottimismo. Si tratta dei decessi, che risultano moto più bassi di varie regioni: “Il secondo dato che misura la gravità del problema è quello dei decessi per Covid: siamo credo a 5.400 decessi, 6 volte in meno della Lombardia, la metà dei decessi del Veneto, dell’Emilia, del Piemonte”. Il governatore si sofferma, poi, sulla questione che riguarda questa terza ondata, ossia la variante inglese. Quest’ultima colpisce soprattutto i più giovani che sono poi un veicolo importante per il virus.

Leggi anche > Roma, esplosione su un treno

Poi un passaggio sulla campagna vaccinale, che ha riscontrato due difficoltà: la mancanza di dosi e di personale per somministrare il siero. In questo secondo caso si è risolto rivolgendosi a farmacisti e medici di base. poi promette: “Dobbiamo fare 70 mila vaccinazioni al giorno. Per inizio autunno vacciniamo tutti i campani“.

Leggi anche > AstraZeneca, l’Europa va in ordine sparso

Castel dell'Ovo, Campania castelli belli Italia Natale
Castel dell’Ovo, Campania (Unsplash)