Vaccini Lombardia, dal 2 aprile 75-79 anni: tutto il calendario fino a luglio

In Lombardia da domani, venerdì 2 aprile, via alle prenotazioni dei vaccini per chi ha da 75 a 79 anni attraverso quattro canali: web e app, call center, uffici postali, postini. 

Dopo i ritardi e gli errori denunciati nei giorni scorsi, la campagna di vaccinazioni anti-Covid in Lombardia potrebbe segnare una svolta. Il portale di Poste italiane per prenotare il vaccino sarà attivo da domani, venerdì 2 aprile, secondo quanto comunicato in mattinata a Palazzo Lombardia dal presidente della Regione Attilio Fontana, nella conferenza stampa per illustrare il piano di vaccinazione massiva e il nuovo sistema di prenotazione (che sostituisce quello di Aria), con la vicepresidente Letizia Moratti, l’assessore alla Protezione civile Pietro Foroni, il coordinatore della campagna vaccinale Guido Bertolaso e il chief digital technology operating officer di Poste Italiane Mirko Mischiatti.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La svolta dei vaccini in Lombardia

La prenotazione sul portale di Poste è strutturata su quattro canali: quello digitale (web e app), il call center (tramite il numero di telefono 800894545), la richiesta in ufficio postale con la tessera sanitaria (sono mille i Postamat in Lombardia) e l’assistenza del postino (oltre 4.100 in Lombardia, tramite smartphone).

“La prenotazione sarà diretta e non ci sarà la pre-adesione come invece è avvenuto finora sul portale di Aria, quindi la persona avrà direttamente in mano la prenotazione”, ha spiegato Mischiatti, sottolineando che è stato elaborato “un algoritmo che tende a minimizzare la distanza” del centro vaccinale dal comune indicato dall’utente.

Leggi anche –> Prenotazione vaccini | come funziona la piattaforma di Poste Italiane

Dopo aver concluso l’11 aprile la vaccinazione degli over 80, il 12 aprile, mediante la prenotazione sul portale di Poste, prenderà il via la vaccinazione di massa, a partire dalla fascia di età 75-79 anni (449.862 persone). Saranno 76 i centri vaccinali massivi, e dal 12 al 30 aprile le linee vaccinali saranno 450.

“Andremo per classi di età. Con queste linee – ha precisato Bertolaso -, la massima capacità vaccinale sarà di 65mila somministrazioni al giorno (50mila prime dosi e 15mila seconde dosi). A inizio di maggio, quando ci sono state assicurate forniture superiori di vaccini, arriveremo ad avere oltre mille linee vaccinali nel complesso, che ci consentiranno di fare oltre 144mila somministrazioni al giorno”. Insomma, da domani si cambia passo…

Leggi anche –> Vaccini Covid, la svolta di Aprile: “In arrivo oltre 8 milioni di dosi”

vaccino Italia