Disabile violentata, gli abusi in ospedale: ha ricevuto anche minacce

Una disabile violentata da un uomo che lavora in una struttura sanitaria. Tutto parte dalla denuncia di alcuni medici. Lei è giovanissima.

Disabile violentata
Disabile violentata all’interno di un ospedale Foto dal web

Disabile violentata, la terribile notizia arriva dalla Sicilia e vede indagato un uomo che lavora come portantino della locale Asp. Le forze dell’ordine lo hanno tratto in stato di arresto ed ora questa persona deve difendersi dalle accuse, molto gravi, di violenza carnale e di tentata violenza privata.

Leggi anche –> Violentata da madre, fratello e patrigno: spunta un orrore ancora più atroce

A cadere nelle sue grinfie sarebbe (il condizionale è d’obbligo fino a quando queste accuse non risulteranno corrispondenti alla verità, nel caso) una giovane che è affetta da una fragilità evidente e che risulta ricoverata nell’ospedale dove lavora pure l’uomo.

Questo avrebbe portato tale individuo a notare la giovane e ad avvicinarla, tra l’altro minacciando pure la disabile violentata dopo avere perpetrato tali nefandezze. Sta indagando la squadra mobile di Enna, provvedendo anche all’arresto dopo diretta disposizione della locale Procura.

Leggi anche –> Stupri ai bimbi in ospedale, usciere compie mostruosità per 35 anni

Disabile violentata, il mostro avrebbe anche minacciato la sua giovane vittima

Tutto quanto era partito da una segnalazione di alcuni medici che lavorano nel reparto dove la disabile violentata risulta ricoverata.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche –> Genova, 20enne molestata sull’autobus. Carabiniere: “Sei una bella ragazza”

Secondo gli investigatori, il fatto denunciato risulta verosimile e corrispondente alla realtà ed anche la ragazza ha fornito la propria versione, debitamente assistita da uno psicologo.

Leggi anche –> Violenta bambina, si arrampica sul balcone e stupra la figlia dei vicini

L’uomo arrestato avrebbe abusato della ragazza, la cui età non è stata rivelata ma si sa che è comunque molto giovane, minacciandola anche allo scopo di costringerla a ritrattare la versione resa ai medici inizialmente.

La vicenda sta destando molto scalpore e pone all’attenzione come ci sia il bisogno di prestare attenzione massima anche in situazioni nei quali aberrazioni del genere non vengono ritenute possibili.

Foto dal web