Simona Ventura, come sta il figlio Niccolò Bettarini dopo l’accoltellamento

Il figlio di Simona Ventura, Niccolò Bettarini, era stato accoltellato da quattro giovani. Ecco le sue condizioni di salute oggi. 

 

Un episodio davvero tragico quello di cui è stato protagonista il figlio di Simona Ventura e Stefano Bettarini, Niccolò, brutalmente accoltellato da quattro giovani all’ingresso di una discoteca di Milano nel 2018 per aver tentato di difendere un suo amico, finito in una rissa. Oggi Niccolò si è ripreso completamente dall’accaduto, per fortuna, e i malfattori sono stati condannati ad una pena dai 5 ai 9 anni di reclusione. Ma quali sono oggi le sue condizioni di salute? Ecco come sta Niccolò, dopo il brutto episodio.

Il figlio di Simona Ventura: come sta oggi

Giustizia è stata fatta per Niccolò Bettarini: i quattro giovani che lo hanno accoltellato e pestato davanti alla discoteca “Old Fashion” di Milano, sono stati tutti condannati ad una pena che va dai 5 ai 9 anni di reclusione. “È finito un incubo. Giustizia è stata fatta. Non mi interessano i soldi, ma solo che giustizia sia stata fatta.” queste le parole del figlio di Simona Ventura e Stefano Bettarini, dopo la sentenza di condanna dei suoi aguzzini. Il giovane era finito in Ospedale per accertamenti sulle sue condizioni di salute e per la ricostruzione di un nervo.

Leggi anche–>Simona Ventura, chi è il figlio Giacomo Bettarini: oggi ha 21 anni

Bettarini ha voluto raccontare a Silvia Toffanin cosa ha provato quella notte: “Penso sia normale avere paura in certi momenti e mentre mi portavano in ospedale, continuavo a ripetermi che non potevo e non volevo morire in quel modo. Chi ha sofferto di più è stata la mia famiglia. Per la prima volta ho visto mio padre piangere. Mamma e papà sono stati entrambi molto male e vederli così mi ha fatto più male delle undici coltellate”

Leggi anche–> Simona Ventura, chi è l’ex Gian Gerolamo Carraro: perché è finita tra loro

La nobiltà d’animo di Niccolò è evidente, quando riesce addirittura a perdonare chi ha tentato di ucciderlo quella notte: “Ho compreso la vita di chi mi ha aggredito e sono pronto a perdonare. Sono ragazzi cresciuti in contesti difficili.”. Mamma Simona e papà Stefano saranno molto orgogliosi di lui!