Lombardia vaccini, la piattaforma per prenotarsi cambia: i dettagli

Situazione Lombardia vaccini, è ufficiale il cambiamento importante compiuto in merito al sistema per le prenotazioni. Addio ad Aria.

Lombardia vaccini
Lombardia vaccini FOTO Getty Images

Lombardia vaccini, con l’inizio del mese di aprile la piattaforma di riferimento per potersi prenotare cambia. Lo rende noto il generale Francesco Figliuolo, che fa sapere come sia effettiva la sostituzione di Aria con Poste Italiane.

Leggi anche –> La virologa Capua gela tutti: “Il virus non sparirà, impariamo a conviverci”

La stessa Aria aveva ricevuto forti critiche da Guido Bertolaso, commissario per la gestione della crisi sulla pandemia nella regione. Tutta colpa di gravi inefficienze riscontrate, con prenotazioni non raccolte ed altre che hanno costretto le persone a sobbarcarsi dei viaggi molto lunghi e scomodi.

L’annuncio di Figliuolo, che presiede la gestione della crisi a livello nazionale dopo avere sostituito Domenico Arcuri a febbraio, è giunto nel corso di una visita compiuta al centro vaccinazioni installato a MalpensaFiere, a Busto Arsizio, in provincia di Varese.

Questo sarà un altro passo compiuto in direzione di quello che dovrà essere il perfezionamento del piano vaccini. Riguardo alla questione Lombardia vaccini, c’è molta fiducia in quella che è la piattaforma messa a disposizione da Poste Italiane.

Leggi anche –> Vaccino Italia, come funziona la piattaforma di Poste per prenotarsi

Lombardia vaccini, come funziona la piattaforma di Poste Italiane

Anche perché il territorio di cui stiamo parlando conta 10 milioni di residente. “Un buon andamento delle vaccinazioni qui rifletterà l’andamento anche a livello nazionale”, sostiene Figliuolo al Corriere della Sera.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Nella sua visita, Figliuolo era accompagnato da Guido Bertolaso, che sta mettendo tutto sé stesso nel compito assegnatogli dal governatore Attilio Fontana, e dal capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio.

Leggi anche –> Galli avvisa: “Senza mascherine a luglio? Ecco cosa deve accadere”

La piattaforma di prenotazione curata da Poste Italiana è già in funzione in altre regioni italiane. Si tratta di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Marche e Sicilia. Fino allo scorso 23 marzo questo sistema aveva garantito la distribuzione di più di 2 milioni di vaccini, senza difficoltà ed in maniera anche alquanto rapida.

FOTO Getty Images
Gestione cookie