Ignazio Moser, la carriera da ciclista interrotta in modo traumatico: cosa è successo

Ignazio Moser viene da una famiglia di ciclisti professionisti. Lui però a un certo punto ha deciso di abbandonare le due ruote e prendere un’altra strada… 

Ignazio Moser

Prima ancora che un personaggio televisivo al centro del gossip, Ignazio Moser è stato un brillante ciclista su strada e pistard. Buon sangue non mente: è infatti figlio di Francesco Moser, nipote di Diego, Aldo ed Enzo e cugino di Moreno, tutti ciclisti professionisti. A un certo punto, però, ha deciso di abbandonare le due ruote e prendere un’altra strada. Vediamo più da vicino come e perché.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

età, carriera e storia del fidanzato di Cecilia Rodriguez

L’addio alle corse di Ignazio Moser

Occorre innanzitutto ricordare che Ignazio Moser ha seguito fin da piccolo le orme del padre nel ciclismo, e nelle categorie Allievi e Juniores ha gareggiato con l’US Montecorona di Giovo. Il 25 agosto 2010 ha vinto il titolo italiano nell’inseguimento individuale juniores ai campionati italiani di ciclismo a Mori battendo in finale Paolo Simion.

Leggi anche –> Incidente Ignazio Moser: cos’è successo al ragazzo di Cecilia Rodriguez? 

Nel 2011 Ignazio Moser ha debuttato tra i Dilettanti Elite/Under-23 con il team bresciano Lucchini-Maniva Ski, e nel 2012 è passato alla trevigiana Trevigiani-Dynamon-Bottoli; in due anni vince due corse del calendario nazionale, la Piccola Coppa Agostoni nel 2011 e il Gran Premio Polverini Arredamenti nel 2012, cogliendo in quest’ultima stagione anche quattro secondi posti. Nell’ottobre 2012 ha portato a casa la medaglia di bronzo nell’inseguimento a squadre su pista ai Campionati europei in Lituania in quartetto con Elia Viviani, Paolo Simion e Liam Bertazzo.

Nel 2013 Ignazio Moser è passato alla BMC Development, squadra Under-23 affiliata al team World Tour statunitense BMC Racing Team. Nello stesso anno ha fatto parte del quartetto italiano che ha chiuso al nono posto la gara di inseguimento a squadre ai campionati del mondo su pista di Minsk. E il 25 agosto 2013 ha ottenuto la prima vittoria internazionale su strada, in Giappone, alla Shimano Suzuka Road Race sul circuito di Suzuka.

Nel 2014 Ignazio Moser ha vinto il Memorial Lorenzo Mola a Botticino e la sesta tappa del Tour de la Guadeloupe, gara valida per il calendario UCI America Tour. Nonostante gli ottimi risultati raggiunti, a fine anno ha maturato la decisione di ritirarsi e dedicarsi all’azienda vitivinicola di famiglia fondata dal padre fra Trento, Gardolo di Mezzo e Palù di Giovo. Si è poi appassionato a un’innovativa disciplina relativa al mondo del ciclismo, lo scatto fisso, ma soprattutto al mondo della televisione…

Leggi anche –> Ignazio Moser, grave lutto per l’ex ciclista e gieffino vip

Ignazio Moser Cecilia Rodriguez rottura