Renzi al Gp, M5s attaccano: “Ci dica se si è vaccinato”

Renzi al GP del Bahrain, dove i biglietti erano solo per i vaccinati, il M5S è pronto a una interrogazione parlamentare

Renzi

La vicenda della presenza al Gran Premio di F1 nel Bahrain del leader di Italia Viva ha fatto scattare reazioni nel mondo della politica. Per ricevere il biglietto di partecipazione, era necessario essersi vaccinati. Per questo motivo, arrivano richieste di interrogazione parlamentare da parte del Movimento 5Stelle. “I miei viaggi sono legittimi”, ha specificato il senatore. Tuttavia, le regole prevedevano che per assistere al Gp su invito dell’organizzazione sarebbe bastato avere un tampone negativo. Tuttavia, %s e Verdi vogliono che sia chiarita la verità in merito attraverso una interrogazione parlamentare.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Renzi e il Gp che ha fatto discutere

Intanto Repubblica ha riportato alcuni giorni fa la risposta di Renzi alle critiche sui suoi viaggi: “Sui giornali troverete paginate intere sui miei viaggi all’estero ma neanche un trafiletto sull’incredibile risultato del Family Act. Perché ormai è deciso che io faccio notizia solo se parlo di Arabia, Senegal, Bahrein: quando propongo idee sull’Italia scatta il silenziatore. Peccato, ma non ci arrendiamo. I miei viaggi sono legittimi, la mia dichiarazione dei redditi è pubblica, i miei numerosi incarichi internazionali sono tutti rispettosi delle regole del nostro Paese – dichiara nell’enews  –

Leggi anche > Sicilia, Musumeci si difende

Se avessero dato alla mia proposta di fare i tamponi agli studenti anziché comprare gli inutili banchi a rotelle, la stessa attenzione che danno ai miei viaggi, oggi avremmo un sistema più efficiente senza lo spreco dei banchi a rotelle. E lo stesso vale per il Piano Shock sulle infrastrutture. Ma si preferisce parlare di altro, chissà perché”, conclude il senatore. Ora si attende se ci sarà l’interrogazione parlamentare e cosa riferirà in merito nell’aula del Senato della Repubblica.

Leggi anche > Covid, il deputato si scusa

Senato