Firenze, panico al supermercato: “Ho il Covid, mi sento male”

Una donna di Firenze si è recata tranquillamente a fare la spesa alla Coop, anche se positiva al Covid. Ecco che cosa è successo nel supermercato.

Panico e tensione in un noto supermercato di SignaFirenze. La storia non è purtroppo niente di nuovo e sono tanti gli episodi simili da quando è iniziata la pandemia Covid. Storie di incoscienza, quell’incoscienza che rischia di mettere seriamente a repentaglio la salute e la vita delle persone, soprattutto in un periodo delicato come quello che stiamo vivendo. Non è infatti la prima volta che una persona positiva al virus vada tranquillamente in giro a compiere azioni quotidiane come fare la spesa, incurante del pericolo in cui sta mettendo le altre persone. Ecco che cosa è successo a Firenze.

Positiva al Covid va alla Coop e sviene alla cassa

Forse pensava che sarebbe andato tutto liscio, la donna di 75 anni che si è recata a fare al spesa alla Coop pur essendo positiva al Coronavirus. E stava per farla franca, senza problemi, dato che all’ingresso il termoscanner che misura la temperatura corporea non ha rilevato anomalie. La signora ha potuto così proseguire tranquillamente gli acquisti nel supermercato senza problemi, pagare e caricare la sua spesa in macchina.

Leggi anche–> Covid, dati falsati dalla Regione Sicilia: la difesa del governatore – Video

Ma proprio mentre stava caricando le buste nella sua automobile, la 75enne si è sentita male ed è svenuta facendo preoccupare tutti i presenti, che l’hanno subito soccorsa. Sono presto arrivati i soccorsi e l’ambulanza, che l’ha trasportata all’Ospedale della Misericordia di San Mauro. Da qui la confessione: “Sono positiva al Covid“. In seguito ad un tampone risultato positivo, infatti, la signora stava facendo la spesa proprio in vista di un isolamento in casa.

Leggi anche–> Coronavirus, effetto vaccino: crollano i casi e le morti nel Regno Unito

Tuttavia, dato che il tampone che aveva fatto la donna non era un molecolare, bensì un fai da te, non incorrerà in sanzioni penali, questo perché solo il tampone molecolare ha valenza legale. Nonostante questo, la 75enne è stata sottoposta a controlli ulteriori all’ospedale per accertare le sue condizioni di salute e la Coop ha dichiarato di aver igienizzato il supermercato e il carrello utilizzato dalla signora.

covid