Attacco omofobo a Voghera, intervista a Valentina Peroncini

Attacco omofobo. Parla Valentina Peroncini, una delle due vittime. Ecco che cosa ci ha raccontato durante un’intervista esclusiva.

 Quello che è successo a Voghera è stato l’ennesimo episodio di aggressione omofoba. Un fatto che si aggiunge sfortunatamente a una lunga lista. Ricostruiamo brevemente la vicenda.

E’ stato un bacio a scatenare l’ira di un uomo. Quest’ultimo, nonostante non c’entrasse nulla con le due donne e non le conoscesse, si è avvicinato minacciosamente. “Siete due donne, non baciatevi davanti ai bambini”. Questa la frase che ha urlato a gran voce contro le due vittime colpevoli solo di amarsi alla luce del sole.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sara Fornaro (@sara.frn96)

Attacco omofobo a Voghera: ecco che cosa ci ha raccontato Valentina Peroncini

Nella giornata di oggi, sabato 27 marzo 2021, Valentina Peroncini ha rilasciato un’intervista esclusiva. In essa ha parlato a cuore aperto di ciò che le è successo e di tutto quello che sta vivendo. Tanto appoggio dai familiari e da molti utenti del web ma anche  molte minacce. Sì, perché nonostante il grave episodio di omofobia le sono stati recapitati numerosi insulti omofobi. Gli account più disparati le hanno augurato la morte e disgrazie di ogni tipo, ma né lei né la sua compagna si sono arrese.

Leggi anche -> Voghera, aggressione omofoba a due donne: “non baciatevi”

Con grande caparbietà e forza d’animo le due si stanno facendo coraggio a vicenda per diffondere il più possibile un messaggio di rivincita contro l’odio cieco dell’omofobia. Grande disponibilità e schiettezza da parte della Peronicini che risponde con gran sincerità alle domande. Eccome l’intervista.

“I primi giorni li ho vissuti davvero male (…). Appena ho pubblicato il video sono arrivati ovviamente tutti i commenti positivi, poi invece piano piano sono cominciati ad arrivare insulti brutti.” Queste la parole con le quali la ragazza ha iniziato l’intervista. Tanto supporto ma anche tanti insulti da parte del web soprattutto da persone poco tolleranti. Molte di queste ultime “sono proprio di Voghera” confessa la Peroncini.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Negli ultimi giorni la coppia ha vissuto momenti di grande tensione, soprattutto perché rendendo pubblica la vicenda si sono attirate l’ira di molti utenti del web. “Siamo state molto male. A è venuta una crisi,  a lei pure. Poi ci siamo fatte forza” ha affermato.

I pensieri di entrambe sono andate subito a potenziali ripercussioni fisiche che fortunatamente non ci sono state, ma la paura rimane tanta. Per quanto riguarda invece il ricordo di ciò che è successo al parco dalle parole della Peroncini si percepisce grande coraggio e voglia di non darla vinta all’odio infondato del suo aggressore. “Ti filmo almeno faccio vedere al mondo cosa ancora esiste”, parole forti che fanno capire quanto abbiano prevalso la lucidità e la voglia di denunciare nonostante si trattasse di un momento molto teso.

Leggi anche -> Erika Mattina, la concorrente de La Caserma vittima di omofobia

Messa da parte la paura la ragazza si dice contenta che, ad oggi, possa contare su tanti supporter. Le minacce e gli insulti sono fortunatamente inglobate dall’aura di affetto e supporto che la circonda. Una condizione che non si trova solo tra i suoi followers ma anche in famiglia.

Come lei stessa ha raccontato in casa sapevano tutti della sua omosessualità, tranne il padre al quale ha dato la notizia dopo che i giornali hanno cominciato a parlare di lei. Un momento commovente e toccante che per un attimo ha eclissato il dolore di ciò che era successo al parco. Anche da parte dell’uomo ci sono stati sentimenti di orgoglio e amore verso la figlia.

Valentina Peroncini e la sua compagna si dicono più che mai pronte a continuare la loro battaglia per far sì che ci siano serie ripercussioni per coloro che attuano comportamenti omofobi.