Vaccini prima per i magistrati? Enrico Mentana: “Mettiamoci in fila”

In un post Instagram, Enrico Mentana commenta la richiesta del sindacato dei magistrati di ricevere il vaccino prima degli altri.

L’andamento della pandemia in Italia ha convinto tutti (o quasi) della necessità di sottoporsi al vaccino quanto prima. Dopo oltre un anno di chiusure, riaperture e sali e scendi di contagi, appare chiaro come l’unico modo di uscire da questa situazione sia quello di ultimare le vaccinazioni nel minor tempo possibile. Dopo aver concluso le vaccinazioni per il personale sanitario e quelle per i residenti delle Rsa, si sta procedendo alla vaccinazione di ultra 80enni, insegnanti e forze dell’ordine.

Nei giorni scorsi è scoppiata una polemica per la richiesta del sindacato dei giornalisti di poter includere gli appartenenti alla categoria tra coloro che dovrebbero ottenere il vaccino prima degli altri. Ancora più scalpore ha generato la notizia della vaccinazione di Andrea Scanzi. Nelle scorse ore è stato in sindacato dei magistrati che ha avanzato la proposta di inserire i giudici in una lista prioritaria.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Vaccini prima ai magistrati? Il post di Enrico Mentana

Nell’ultimo post pubblicato su Instagram, Enrico Mentana mostra un commento alla richiesta dei magistrati. Si tratta di un commento senza nome, visibile solo nella foto e senza ulteriore commento da parte del noto giornalista. In questo si legge: “Quindi il sindacato dei magistrati, Anm, chiede una corsia privilegiata nella fila ai vaccini in nome della priorità giustizia. Ovviamente si tratta dell’ennesima categoria che mette avanti l’interesse generale per nascondere quello corporativo (ci hanno provato anche i vertici dei giornalisti)”.

Nello scritto successivamente si fa notare come il sistema giustizia non comprende solamente i magistrati: “Si dà però il caso che del sistema giustizia facciano parte anche altre categorie, come ad esempio gli indagati e gli imputati, oltre a tutte le altre figure che ruotano attorno al settore: è da loro che hanno paura di essere contagiate le toghe?”. Il post si chiude con una considerazione sulle richieste di questo tipo e sulla reale esigenza del vaccino: “E comunque tutti i magistrati, avvocati, giornalisti e aspiranti salta fila vari sono meno a rischio di un addetto alla cassa di un supermercato. Mettiamoci in fila tutti, dietro gli anziani e i più fragili”.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Enrico Mentana (@enricomentana)

Gestione cookie