Pietro Montalbetti, chi è il chitarrista dei Dik Dik: età, carriera, vita privata

Il musicista esploratore: Pietro Montalbetti è un vero e proprio sognatore ed avventuriero. La sua è una vita davvero incredibile.

Pietro Montalbetti dei Dik Dik
Pietro Montalbetti dei Dik Dik Foto da Instagram

Pietro Montalbetti, noto anche come “Pietruccio“, è lo storico fondatore dei Dik Dik che diede vita alla band attiva ancora oggi, nel 1965 a Milano. Il gruppo era noto dapprima come ‘Dreamers’ e poi come ‘Gli Squali’.

Leggi anche –> Lutto nella musica, morto il mitico Pepe dei Dik Dik

In seguito alla stipula del loro primo contratto con una casa discografica, lo stesso Pietro Montalbetti scelse il nome ‘Dik Dik’. Che fa riferimento ad una specie particolare di antilope della savana africana. Una cosa che riflette quello che è lo spirito da avventuriero di Pietruccio, il quale ha compiuto viaggi a destra e a manca nel mondo.

La sua passione per la natura, per tutto ciò che è selvaggio e per la libertà lo ha condotto nelle zone più disparate. Dal Tibet e dal Nepal al deserto del Sahara ed all’India, fino all’Amazzonia e ad alcune delle zone più impervie dell’America del Sud e dell’Africa.

Leggi anche –> Morto Richard Gilliand, l’attore di “Quattro donne in carriera”

Pietro Montalbetti, il cantante-esploratore e quell’intreccio con Papa Montini

Nato a Milano nel 1941, lui da bambino sognava di fare l’esploratore. Ed anche grazie alla musica ci è riuscito, rinunciando ad un posto di lavoro sicuro alla Edison pur non avendo il diploma ma forte di un apposito corso di preparazione.

Lui si licenziò dopo pochi mesi per sbarcare il lunario con i mestieri più disparati. Carpentiere, facchino, tutti lavori che hanno contribuito a plasmarne il carattere e la forza di volontà.

Poi ecco la nascita dei ‘proto-Dik Dik’, tra le quattro mura della parrocchia. E grazie al futuro papa Montini, Paolo VI, ottennero per tramite di Cesare Montalbetti, fratello di Pietruccio, una lettera di raccomandazione per un provino con la Dischi Ricordi.

Una vita degna di essere vissuta

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Pietruccio Dikdik Leader (@p.montalbetti)

Qui avvenne anche la conoscenza con un ancora sconosciuto Lucio Battisti. Del quale proprio Cesare sarebbe poi diventato il fotografo ufficiale. Sin dagli anni ’70 Pietro Montalbetti ha dato inizio ad una felice abitudine.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

Nel mese di gennaio ha sempre intrapreso degli avventurosi viaggi in giro per il mondo, per tutta la durata di quel mese. Nel 2011, a 70 anni, riuscì a scalare l’Aconcagua. Si tratta della montagna più elevata che si staglia tra le alture della Cordigliera delle Ande, tra ben sette stati dell’America del Sud, ed è alta quasi 7mila metri.

Una avventura narrata, con tanto di prefazione dell’amico Moni Ovadia, nel libro dal titolo ‘Settanta a Settemila’. Invece nulla si sa della vita privata del chitarrista e cantante di Dik Dik. Il quale però è protagonista, come si suol dire, di una vita degna di essere vissuta.

Foto da Instagram