ATP Miami: Musetti sfortunato, sconfitto dall’esperto Cilic

Come è andato a finire il match dell’ATP Miami: il nostro Lorenzo Musetti sfortunato, sconfitto dall’esperto Cilic.

(Hector Vivas/Getty Images)

Si ferma ai sedicesimi di finale il percorso di Lorenzo Musetti al “Miami Open”, primo ATP Masters 1000 stagionale. Due i turni superati dal giovanissimo azzurro: il ragazzo di Carrara, numero 94 al mondo, se l’è dovuta vedere con un grande campione che era in cerca di riscatto dopo due anni davvero molto difficili per lui.

Leggi anche –> ATP Miami: Musetti batte Paire, chi è il prossimo avversario

Dopo l’impresa di ieri di Jannik Sinner, che ha avuto la meglio contro Karen Khachanov, attualmente numero 21 del ranking mondiale e in passato anche tra i primi dieci, oggi toccava ai due Lorenzo tenere alta la bandiera della nostra nazionale. Nel pomeriggio, il giovane Musetti era chiamato alla prova contro un avversario ostico, ovvero Marin Cilic.

Leggi anche –> Lorenzo Musetti, chi è: carriera e vita privata del tennista italiano

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Musetti sconfitto da Cilic: l’azzurro esce dal torneo di Miami a testa alta

(Matthew Stockman/Getty Images)

Per il numero 94 al mondo, dunque, reduce dalla sorprendente semifinale di Acapulco, l’avversario era forte, sebbene non proibitivo: di fronte aveva infatti un grande campione, Marin Cilic, che però non sta attraversando delle annate brillantissime. Il 32enne croato è stato anche terzo nel ranking mondiale e ha vinto gli US Open nel 2014, arrivando poi in finale a Wimbledon 2017 e agli Australian Open 2018.

Attualmente è il numero 45 al mondo e vedendo come Musetti ha strapazzato nel turno precedente Benoît Paire, n.33 ATP e 23esima testa di serie, qualche speranza c’era. Invece, Cilic ha puntato tutto sull’esperienza e alla fine ha fatto lo stretto indispensabile. Un break per set, infatti, sono bastati al croato per regolare la pratica del giovane azzurro. Due palle break su tre conquistate dal croato, due sciupate da Musetti: tutta qui la sintesi della partita, ma per il ragazzo di Carrara ci saranno sicuramente altre occasioni in futuro.