16enne legato in auto con un guinzaglio: arrestato 54enne a Caserta

A Caserta un giovane ragazzo di sedici anni, di origini albanesi, ha denunciato il padre dopo essere stato legato con un guinzaglio e picchiato. 

Maddalena Urbani

Tutto è iniziato con un’uscita che doveva essere come tante altre: un ragazzo di 16 anni che decide di passare un pomeriggio tranquillo in compagnia di un amico. All’improvviso, però, l’incubo: il padre del giovane (un uomo di 54 anni di origini albanesi) non approva le amicizie del figlio e decide di punirlo per questo. Dopo averlo picchiato, lo ha portato in campagna e legato con il guinzaglio del cane al cofano dell’auto.

Leggi anche -> Genitori accusati di abuso sul figlio, a sei mesi gli fanno fare sci d’acqua

L’adolescente ha ricevuto anche un colpo in testa così forte da aver procurato un trauma cranico. L’episodio, di inaudita violenza, non è però il primo per il cinquantaquattrenne: il figlio (il 6 marzo scorso) era già scappato di casa e si era recato alla questura di Caserta per denunciare il padre di violenza domestica.

Un uomo violento

Il sedicenne ha raccontato alla polizia, in passato, di essere stato colpito ripetutamente con un tubo di gomma. I maltrattamenti del padre erano quasi giornalieri: il ragazzo e sua madre vivevano in un incubo fatto di botte, umiliazioni ed insulti. Il 6 marzo il giovane si era anche presentato in questura per denunciare il padre, sperando di mettere così fine alla sua violenza.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Anche la madre del ragazzo è stata chiamata in questura: a quanto pare infatti, anche la donna era spesso vittima degli abusi del marito. Alla polizia la signora ha raccontato che l’uomo era solito picchiarla con la cintura: in più di un’occasione, però, l’avrebbe spinta a terra e presa ripetutamente a calci. Il cinquantaquattrenne, grazie alla denuncia del figlio, è stato finalmente arrestato.