Irama, il commovente messaggio per la famiglia e i genitori

Qualche tempo fa, in un’intervista al settimanale Grazia, Irama si è raccontato a cuore aperto svelando i suoi sentimenti più profondi.

Filippo Maria Fanti, in arte Irama, è ormai uno dei cantanti italiani più amati e famosi. La sua carriera è iniziata da relativamente poco tempo, eppure ha già macinato successi su successi. Dopo aver vinto l’ultima edizione di Amici di Maria De Filippi, il giovane non si è più fermato. Merito del suo talento, senza ombra di dubbio, ma non solo: e lui ha l’onestà e l’umiltà di riconoscerlo…

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La riconoscenza di Irama

In un’intervista al settimanale Grazia Irama si sofferma sulla sua famiglia e sul fondamentale sostegno che gli ha dato: “Prima di intraprendere questa strada ho pensato che dovessi dimostrare di essere in grado di lavorare come musicista- ha dichiarato il 22enne con gli occhi di ghiaccio -. Era importante far capire a tutti che potevo mantenermi ed essere indipendente. Lo dovevo soprattutto ai miei genitori. La mia è stata una scelta difficile, piena di imprevisti e di incertezze. Però nessuno in famiglia mi ha mai remato contro”.

Leggi anche –> Irama, ritiro da Sanremo: colpo di scena, la proposta di Amadeus

Ciò detto, Irama ha anche spiegato il significato dei tanti tatuaggi sul suo corpo e del suo particolare modo di vestire, con le ormai famose piume. “Amo le piume fin da bambino – ha confessato il cantante -. Sono una parte di me, ma non so spiegare perché. Mi rappresentano. Dei tatuaggi invece dico che sono simboli, diventati nel tempo una corazza”. Lui, del resto, non fa mistero del suo narcisismo: “Mi piace piacere e so che è importante apparire in un certo modo. I look che scelgo e la mia musica viaggiano paralleli, sono espressioni della mia identità, anche se non mi è mai importato nulla di essere famoso. Conta molto di più avere qualcosa da raccontare”.

Leggi anche –> Irama, rivelazione bollente dell’ex ragazza: “Ecco cosa voleva fare con me”