Raoul Bova, chi è l’ex suocera Annamaria Bernardini de Pace: famosa matrimonialista

Chi è Annamaria Bernardini de Pace, madre di Chiara Giordano (ex moglie di Raoul Bova) e quali sono i suoi rapporti con l’ex genero?

Annamaria Bernardini de Pace è un avvocatessa e saggista italiana nata a Perugia il  23 aprile 1948: la donna è conosciuta, oltre che per i meriti lavorativi, anche per essere la madre di Chiara Giordano (ex moglie di Raoul Bova). A suo modo, la Bernardini de Pace è una figlia d’arte: il padre, Nicola, è un magistrato di origini leccesi. La madre invece, Isabella Bellisario, aveva intrapreso la carriera come avvocato (probabilmente passando la passione anche alla figlia).

Leggi anche -> La famosa rissa tra Raoul Bova e Selvaggia Lucarelli: cosa accadde davvero?

La donna è stata sposata per 6 anni (dal 1970 al 1976) con l’avvocato Francesco Giordano. L’uomo fu il suo professore di Storia del diritto romano, ed i due hanno avuto due figlie: Francesca e Chiara Giordano.

Il rapporto con l’ex genero

Tra Raoul Bova e l’ex suocera non scorre buon sangue: la situazione tra i due è così tesa che l’attore, in passato, l’ha anche denunciata per danno d’immagine. Secondo Bova infatti, le lettere scritte per Il Giornale dalla Bernardini de Pace (indirizzate ad un anonimo genero degenerato) sarebbero state dirette proprio a lui. “Sei anche un uomo interessato e manipolatore, ambivalente e in malafede, non hai fegato né cuore, mio caro genero o degenero per meglio dire” avrebbe detto la donna. “La tua forza, anche sessuale, dura per il tempo di uno spot”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Annamaria Bernardini de Pace ha ricevuto alcune critiche online dopo le sue parole sul caso Genovese: “sono convinta che esista la responsabilità individuale” ha detto la donna. “Che poi la si possa anche perdere per strada, magari proprio facendo uso di droga, ma che c’è stato un momento di scelta, un inizio. Nessuno è obbligato ad andare alle feste, nessuno è stato trascinato lì per forza. Tutto quel mondo di escort, ragazze immagine o che si auto dichiarano modelle, è assolutamente consapevole di ciò che circonda loro. Sapevano dove andavano, cosa avrebbero fatto e cosa avrebbero avuto in cambio. Per avere già detto questo più volte sono stata aggredita dai cattocomunisti”.