Luca Ward, il dramma della figlia piccola: ha una rara malattia genetica

L’attore e doppiatore Luca Ward, tra i personaggi del cinema italiano più amati che ci siano, parla della triste situazione della sua bimba.

Luca Ward

Luca Ward, in occasione della sua partecipazione a Verissimo, fa una triste confessione. Il celebre attore e doppiatore, protagonista anche all’UltraPop Festival’ organizzato da NetAddiction, ha parlato della triste condizione della quale soffre la sua bambina Luna. La piccola è nata nel 2009 dalla sua seconda moglie, Giada Desideri.

Leggi anche –> Luca Ward, chi è la prima figlia Guendalina: anche lei fa la doppiatrice

L’attrice, che lui ha sposato nel 2013, gli ha dato anche Lupo nel 2007. Purtroppo la figlia di Luca Ward soffre della sindrome di Marfan. Si tratta di una rara condizione ereditaria che colpisce il tessuto connettivo.

Provoca delle pesanti alterazioni a livello non solo osseo ma anche cardiaco, dei vasi sanguigni, ad occhi, polmoni e sistema nervoso centrale. Non risultano cure note per risolvere definitivamente gli effetti correlati alla sindrome di Marfan, anche se è possibile arrivare fino alla terza età.

Leggi anche –> Il dramma di Ward, la morte del padre improvvisa: aveva solo 58 anni

Luca Ward, perché ha parlato solo ora della malattia della figlia

La scoperta avvenne quando la bimba aveva solamente 2 anni. L’artista spiega di avere compreso che ha trovato motivazione nel parlare di questa triste situazione dopo il proliferare della pandemia. Ward fa riferimento ai vaccini che adesso abbiamo a disposizione e per i quali è stato necessario meno di un anno per la loro realizzazione.

Leggi anche –> Chi è la moglie Giada Desideri: età, foto, lavoro

“Accelerare la ricerca è una cosa possibile. E questo può accadere anche per altre malattie”. La figlia dell’attore e di Giada Desideri riceve delle cure necessarie in un centro specializzato di Lione, in Francia. Purtroppo, sempre a causa della pandemia, a marzo del 2020 i viaggi Oltralpe per curare Luna sono saltati.

Se vuoi seguire tutte le notizie scelte dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI

“La curvatura della schiena di mia figlia era al 32%, adesso purtroppo è raddoppiato. Lo stop nelle cure ha avuto pesanti conseguenze sulla sua salute. E svelo tutto questo proprio per sottolineare l’importanza della ricerca”. Allo scopo di stare vicino a Luna, la Desideri ha anche rinunciato alla propria carriera.